In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Un melo in carcere e il sogno di dare dignità ai detenuti

1 minuto di lettura



«Da intellettuale ed eroe civile, Maurizio Battistutta aveva scelto come luogo del fare il carcere, uno dei più difficili, e nella sua utopia lo aveva trasformato nel luogo da disfare e rifare con un meleto: oggi iniziamo a realizzare il suo sogno». Massimo Brianese ha introdotto così, ieri, il momento della piantumazione di un melo nel prato all’ingresso del carcere di via Spalato. Un appuntamento emozionante per ricordare l’amico, per 20 anni anima dell’associazione Icaro e Garante Diritti delle persone private delle libertà personali per il Comune di Udine scomparso il 22 febbraio del 2017.

«Maurizio sognava un meleto al posto del carcere e, richiamando una lettera di John Berger, si rivolgeva al sindaco per esprimere il bisogno di dedicare più attenzione ai luoghi dimenticati della città – ha detto Roberta Casco, presidente di Icaro –. Auspichiamo riforme che mettano al centro i diritti, la persona e la presa di responsabilità, che si punti sulla promozione della legalità e si lavori per una giustizia riparativa». Franco Corleone, garante dei detenuti della Toscana e autore del libro “Via Spalato” insieme a Casco ha fatto il punto sulla difficile situazione del carcere udinese. «Ha una storia di sofferenze e tragedie – ha detto, sottolineando che risolvere i problemi sociali chiudendo le persone colpevoli di reati dentro un carcere sia un’illusione da superare –. Ma si lavora per migliorare le condizioni della struttura: si realizzerà la sezione di salute mentale, sono stati individuati i fondi per gli spazi dedicati alla semi libertà ed è stata bandita la gara per i lavori di sistemazione della sala convegni».

Ha ribadito la necessità di ristrutturare la casa circondariale anche il sindaco Pietro Fontanini. «I detenuti devono espiare le loro colpe, ma in questo percorso vanno aiutati per ritornare nella società in una posizione collaborativa – ha detto –: l’opinione pubblica è sempre più cattiva e solo cambiando questo atteggiamento si potranno fare passi avanti». Il primo cittadino ha aggiunto che «si potrebbero piantumare meleti anche, per esempio, nello spazio dell’ex caserma Piave, che verrà demolita». È intervenuto anche don Pierluigi Di Piazza: «Piantiamo un melo come segno di coinvolgimento in un impegno reale affinché si realizzi il sogno di una vita dignitosa per i detenuti – ha detto -. Non possiamo accettare che prevalga la mentalità vendicativa del “fateli marcire in carcere e buttiamo via la chiave”». Presenti, tra gli altri, Irene Iannucci, fino a poche settimane fa direttrice del carcere udinese, Roberto Fraticci, responsabile dell’area educativa, e Natascia Marzinotto, garante dei detenuti. —

I commenti dei lettori