Contenuto riservato agli abbonati

Giovane astrofisico di Meduno scopre le cause del brillamento dei buchi neri

Luca Comisso, ricercatore alla Columbia university

Luca Comisso, ricercatore alla Columbia university, ha elaborato una teoria che si basa sul movimento degli elettroni 

Nuova scoperta dell’astrofisico di Meduno Luca Comisso, ricercatore alla Columbia university di New York: il giovane studioso ha elaborato una teoria secondo la quale gli elettroni sarebbero alla base del cosiddetto brillamento dei buchi neri.

In sostanza, questi ultimi e le stelle di neutroni hanno un ambiente circostante che si illumina con la radiazione elettromagnetica emessa. Uno studio che affronta un tema ostico e difficile da spiegare in maniera semplice, ma che rappresenta un nuovo e importante risultato per Luca, nonché motivo di orgoglio per la “sua” Meduno, paese nel quale è cresciuto e in cui vivono i congiunti.

Un lavoro realizzato assieme all’assistente professore di astronomia della Columbia Lorenzo Sironi e pubblicato su The astrophysical...

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Juve-Roma, il labiale di Orsato: ''Sui rigori non si dà vantaggio, se poi li sbagliano non è colpa mia''

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi