Le sardine vogliono riempire anche Udine

La portavoce Sofia Giunta, studentessa di 22 anni: «Intendiamo dare spazio a chi non è potuto andare a Monfalcone»

UDINE. Il popolo delle sardine punta a replicare le tremila presenze di Monfalcone alla prossima manifestazione, stavolta a Udine, venerdì 13 dicembre dalle 18.30 alle 20.30.

Il capoluogo friulano era stato depennato dall’organizzazione delle sardine del Fvg – gruppo creato nella nostra regione grazie all’intraprendenza di una casalinga di Visco, Norina Tiussi – per la prima “scesa” in piazza, lo scorso 30 novembre, poiché già impegnato con la concomitante staffetta Telethon, evento che avrebbe distratto dal presidio delle sardine.

Monfalcone, nonostante gelo e vento, non ha sfigurato, ma ora il messaggio pacifico partito da Bologna chiede altre piazze. La scelta cade quindi di nuovo su Udine, tra le prime città proposte da Norina per accogliere le sardine di tutto il Fvg; come Monfalcone, Udine è guidata da un sindaco leghista ma convive con un passato “rosso” a cui molti guardano con nostalgia.

«Il 13 dicembre vogliamo ricordare lo spirito di accoglienza che ha sempre caratterizzato la nostra regione – spiega l’udinese Sofia Giunta, 22 anni, studentessa di Diritti umani a Padova, tra le new entry dell’organizzazione creata da “nonna” Norina –. Ci auguriamo che a Udine, luogo nevralgico e logisticamente comodo per trasporti e parcheggi, possa partecipare chi a Monfalcone non è riuscito a venire.

Daremo così voce a chi non c’era. E se non bissiamo le tremila presenze, che sarebbe già un bel risultato, andrà bene comunque: l’importante è stare assieme e fare gruppo in maniera pacifica, cantando e lanciando messaggi contro il populismo aggressivo e la xenofobia».

Il gruppo è in attesa del via libera della Questura, ma è quasi certo che il flash mob udinese si svolgerà in piazza Libertà, proprio di fronte al Municipio. Nessuna notizia, al momento, circa la reazione del sindaco Fontanini. Continuano intanto i contatti con l’organizzazione di Bologna; si spera in una capatina del “leader” Mattia Santori, ma per ora nessuna conferma.

Il movimento – spontaneo e apartitico – sta convogliando in tutta Italia un popolo trasversale che va dai delusi della politica ai tanti giovani, e non solo, che si dissociano dal clima xenofobo e di odio suscitato da Salvini e seguaci. In Fvg il gruppo facebook ha già raggiunto quasi 20 mila adesioni e il numero cresce di giorno in giorno. «Le sardine non rivendicano questioni politiche. Nascono piuttosto da una necessità di apertura e accoglienza – sottolinea Sofia, la più giovane tra gli organizzatori del gruppo Sardine Fvg. – Invitiamo le persone ad essere protagoniste e a costruire assieme, e i giovani a essere propositivi».

Il popolo delle 6.000 sardine non si fermerà a Udine: dopo il 13 dicembre, anticipa Norina, c’è in ballo Trieste. Il 14 seguirà a Roma il raduno nazionale in piazza San Giovanni, prevista una trasferta dal Fvg. Ma ora i riflettori sono accesi tutti sul capoluogo friulano.

Video del giorno

Come mantenere i muscoli tonici: gli esercizi per rallentare la sarcopenia

Gazpacho di anguria, datterini e fragole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi