«Rifiuti, adesso basta Servono fototrappole per bloccare i furbetti»

Bagarre in consiglio. Gli ausiliari ci sono, manca la nomina Il caso dell’abbandono di abiti usati in via Saba fa discutere



Abbandono dei rifiuti: il consigliere di Noi per Prata Michela Vedovato sollecita il ricorso alle fototrappole per bloccare i furbetti.


L’annoso problema dell’abbandono dei rifiuti è stato discusso vivacemente in consiglio comunale: ogni gruppo ha la sua opinione in merito e risolverebbe il problema a modo suo. Vedovato aveva presentato una interpellanza per chiedere conto dell’istituzione degli ausiliari per la vigilanza ecologica. «Sono già stati istituiti, manca solo il decreto di nomina – ha puntualizzato l’assessore all’ambiente Yuri Ros – . Le verifiche sono comunque già scattate in via informale con gli ausiliari di Gea. Tre i principali interventi di controlli dei rifiuti abbandonati, uno in via Saba a Villanova e due a Ghirano». In particolare in via Saba è stato scoperto il conferimento anomalo effettuato in orario notturno – quasi sempre di giovedì– di indumenti usati all’interno di sacchi della diocesi di Treviso. Il personale Gea non è però riuscita a individuare il responsabile.

«Il problema dell’abbandono dei rifiuti nel nostro Comune è piuttosto importante – commenta Michela Vedovato –. Suggerisco alla giunta di valutare oltre agli Ave altri sistemi per bloccare gli incivili che abbandonano i rifiuti come l’utilizzo di fototrappole, già da tempo in uso in altri comuni, che pare stiano dando buoni risultati. Inoltre, a mio parere, non dobbiamo lavorare soltanto sull’educazione dei ragazzi nelle scuole, ma anche degli adulti».

Enza Piccinin (M5s) ha approfittato della discussione per tornare a chiedere l’introduzione del sistema di raccolta porta a porta. «Siamo uno dei pochi comuni che non la fa, e per questo vengono qui da altrove ad abbandonare i rifiuti – sostiene –. Secondo me introdurre anche da noi la raccolta porta a porta risolverebbe molti problemi».

L’assessore Ros ha difeso il sistema di raccolta utilizzato a Prata: «Siamo all’87 per cento di differenziata, che è un ottimo risultato. Per ora andiamo avanti così. In futuro mi aspetto che si vada nella direzione di l’uniformità nel servizio di raccolta in tutto il Friuli occidentale». —



Arrosto di maiale con funghi e castagne

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi