Con un metro e un nastro biadesivo rubano le offerte in chiesa: arrestati

Casarsa, in manette un uomo e una donna smascherati dalle telecamere di sorveglianza. Il furto commesso nella chiesa del centro

CASARSA. I carabinieri di Casarsa della Delizia hanno concluso un'operazione che ha portato all’arresto di un uomo di 42 anni, di nazionalità romena, e di una donna di 55 anni, di nazionalità moldava, per furto aggravato in concorso consumato nella mattinata del 14 gennaio, ai danni della parrocchia Santa Croce e Beata Vergine del Rosario, del centro cittadino di Casarsa.

Ad accorgersi della strana presenza è stato il parroco don Lorenzo, il quale, uscito verso le 11.10 dalla sacrestia, ha notato due sconosciuti allontanarsi frettolosamente dalla chiesa, confondendosi tra gli avventori del mercato settimanale, a quell’ora gremito di gente.

Intuito che potessero aver trafugato le offerte dei fedeli custodite nelle cassette, ha chiesto l’intervento dei carabinieri che, dopo aver raccolto le prime informazioni sui due, hanno cominciato le ricerche.

Entrambi sono stati rintracciati all’interno della stazione dei treni in attesa di prendere il primo disponibile. Bloccati dai militari, sono stati accompagnati alla Stazione carabinieri per gli approfondimenti del caso.

Raccolte le testimonianze e le immagini dell’impianto di videosorveglianza della chiesa e del centro cittadino, in presenza di chiari indizi i due sono stati arrestati per furto.

I due ladri, approfittando dell’assenza di fedeli in chiesa e utilizzando un metro avvolgibile con all’estremità del nastro biadesivo di diverse misure, con estrema abilità hanno rubato le offerte contenute nelle cassette.

Le perquisizioni hanno permesso agli uomini dell’Arma di rinvenire diverse centinaia di euro composte in monete e banconote di diverso taglio, nastri biadesivi di diversa misura e un metro metallico avvolgibile.

Inoltre, la visione delle immagini risalenti ad altri furti accaduti in passato, quando un uomo è stato ripreso dall’impianto di videosorveglianza della chiesa mentre si impossessava di altre offerte con lo stesso modus operandi, hanno consentito agli stessi uomini dell’Arma di attribuire all’arrestato altri due furti di diverse centinaia di euro.

A carico degli stessi è stato avviato anche il procedimento amministrativo del rimpatrio con foglio di via obbligatorio dal comune di Casarsa per tre anni.

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi