Lezioni di storia in costume con il progetto di Radio Magica

Un’archeologa e attori con abiti dell’epoca raccontano l’epoca romana in Fvg Coinvolte scuole di tutta la regione ed è in programma una seconda edizione



Non la classica lezione con maestri e docenti impegnati a raccontare le imprese romane a studenti più o meno annoiati, ma una vera e propria incursione della storia nelle classi. Saranno infatti gli stessi protagonisti di allora – come l’imperatore Ottaviano Augusto, il magistrato Titus Annius Luscus o la ricca matrona Aratria Galla – a entrare nelle aule delle scuole primarie e secondarie di primo grado per riferire le loro gesta e il loro legame particolare con il Friuli Venezia Giulia. Come? Attraverso il progetto della Fondazione Radio Magica onlus, nell’ambito dell’iniziativa “In diretta con la Storia: da Aquileia a Zuglio” pensata per festeggiare i 2.200 anni della nascita di Aquileia.


Così questa mattina gli “antichi romani” busseranno alla scuola primaria Fritz di Udine. Saranno vestiti come lo sarebbero stati oltre duemila anni fa, con la corona di ottone, le spade, il gladio, la toga (quella di Augusto era lunga addirittura 5 metri) e faranno lezione agli alunni. Con loro ci sarà anche l’archeologa Francesca Benvegnù, che organizzerà con ulteriori approfondimenti le nozioni fornite. Si scoprirà che Ottaviano Augusto condivise l’amore per Aquileia con la compagna Livia Drusilla; che al cavaliere Caius Baebius Atticus (metà I secolo D.C.) fu importante a Zuglio e in due centri del Norico gli dedicarono una statua. O, ancora, che Aratria Galla, figlia di un notabile di Aquileia, restaurò una delle massime strade della città, il Decumanus Maximus o che il magistrato Tinnius prese parte alla seconda fondazione della stessa Aquileia. Gli attori e le attrici che interpreteranno i romani – coordinati da Daniela Gattorno – andranno nei prossimi giorni anche alla media Bianchi di Codroipo e alle elementari di Trieste, Pradamano, Pieris, Cussignacco, Palmanova, Moruzzo, San Quieino, Roveredo in Piano e Pordenone. «Una lezione originale e sicuramente più coinvolgente – commenta Elena Rocco, ricercatrice alla Cà Foscari e fondatrice di Radio Magica –, con dietro un importante lavoro di ricerca sull’abbigliamento dell’epoca, analizzando anche le statue presenti nei musei per rendere più autentici i vari personaggi». Il progetto – la cui prima edizione è stata finanziata da Regione e Fondazione Aquileia – comprendeva anche altri eventi, fra questi lo spettacolo che Lella Costa ha tenuto a novembre al Palamostre e le gare di Archeological orienteering che nei mesi scorsi hanno coinvolto gli studenti. Complessivamente, l’intera iniziativa ha coinvolto un’ottantina di classi. È già prevista una seconda edizione del progetto (questa volta vi contribuiranno il Comune di Aquileia e sempre la Regione), grazie alla vittoria da parte di Radio Magica del “Bando per la promozione della cultura storica ed etnografica della regione Fvg”. Le scuole che intendono partecipare possono già prenotarsi o richiedere informazioni sul sito www.radiomagica.org.

La Fondazione diretta dalla professoressa Rocco, inoltre, lo scorso 13 dicembre è stata premiata a Roma per aver conquistato il Global Junior Challenge 2019 nella categoria “Educazione fino ai 29 anni”. Un progetto portato avanti anche con l’Università di Udine (digital partner) con l’obiettivo di raccontare il patrimonio culturale italiano in maniera Smart (ad esempio con mappe parlanti) per avvicinare famiglie, giovani e non addetti ai lavori all’arte. Un portale ispirato ai programmi inglesi della Bbc e del British Museum per portare la storia dell’arte a tutti. —



Arrosto di maiale con funghi e castagne

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi