Dopo ritardi e raccolte di firme riaperta piazza Indipendenza

I lavori, cominciati nel maggio scorso, hanno subìto intoppi e complicazioni Spesi 300 mila euro. Al via micro-cantieri per le ultime opere pronte entro aprile

latisana. Una nuova pavimentazione. E un’illuminazione migliore. Finalmente Latisana, dopo mesi di lavori, ritardi e proteste, si è riappropriata della sua piazza centralissima piazza Indipendenza, da sempre fulcro del centro storico

L’intervento, costato in tutto 300 mila euro (tra ristrutturazioni, manutenzioni, opere complementari e illuminazione), era cominciato nel maggio dello scorso anno. Avrebbe dovuto essere terminato in agosto, invece, tra lungaggini e complicazioni, ha richiesto all’incirca cinque mesi in più. Ora residenti, artigiani e commercianti, che di recente avevano fatto una raccolta di firme per chiedere all’amministrazione comunale di finire i lavori il prima possibile, possono tirare un sospiro di sollievo. Da giovedì mattina, infatti, è stata ripristinata la viabilità. Il primo lotto di lavori – come spiega in una nota la stessa amministrazione comunale – aveva risentito di una situazione di stallo dovuta a inadempienze da parte della ditta appaltatrice e di condizioni atmosferiche sfavorevoli. È poi giunto a conclusione, come spiegano ancora dal Municipio, dopo le dimissioni dell’assessore ai lavori pubblici e la presa in carico da parte del sindaco Daniele Galizio. «La parte più complessa di intervento in termini di sottostrutture e sottoservizi è stata ultimata – precisa Galizio – la pavimentazione è stata totalmente rifatta e le operazioni di resinatura completate. Sono stati predisposti sia l’impianto di illuminazione, che sarà ultimato a breve, sia quello di filodiffusione, che presto potrà entrare in funzione».


Rispetto alla prima, la seconda tranche di lavori, che inizierà verso la metà di febbraio, non avrà lo stesso impatto per cittadini e commercianti, in quanto la portata degli interventi è minore e saranno adottati alcuni accorgimenti. «Il secondo lotto – precisa il primo cittadino – sarà realizzato attraverso micro-cantieri e verrà gestito in modo tale da garantire la disponibilità dei parcheggi e la fruibilità della piazza, sia della parte completata, nello specifico il tratto di raccordo tra via Vittorio Veneto e via Rocca, sia di quella demolita».

I lavori, assicurano dalla giunta, saranno terminati entro la festa di primavera in programma per il 5 aprile. «Ma siamo già al lavoro – aggiunge il vicesindaco – per programmare, con il coinvolgimento di tutte le attività produttive del comune, numerose iniziative culturali ed enogastronomiche che hanno lo scopo di promuovere il territorio e attrarre visitatori. Per uscire dalla crisi che ci attanaglia dobbiamo saper lavorare insieme, fare quadrato su obiettivi comuni che ci vedono impegnati sia sull’organizzazione di eventi di promozione che su azioni strutturali con ritorno – nel medio e lungo periodo, e su questo stiamo già lavorando al Masterplan del centro storico». E proprio in quest’ottica di sinergia, «qualsiasi modifica alla viabilità o eventuali pedonalizzazioni, anche graduali – conclude il sindaco Galizio – saranno condivise con commercianti e cittadini, perché la piazza è di tutti». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Zuppa fredda di barbabietola, arancia e yogurt

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi