Fermo produttivo in tutta Italia: restano a casa 300 mila lavoratori del Friuli Venezia Giulia

La scadenza per concordare deroghe, e quindi continuare a produrre nonostante la classificazione dell’attività non lo preveda, scatta solo mercoledì 25, e quindi a posteriori si saprà esattamente quali attività resteranno strategiche perché, al di là dell’attività dichiarata, sono essenziali in una logica di filiera. Ma una stima sulla forza lavoro che si ferma in regione, è già possibile.

Insalata di spinacino, fragole e asparagi bianchi, burger di vitello e pane integrale

Casa di Vita