Altri 30 mila euro per chi è in difficoltà

talmassons

Come tradizione, il Comune di Talmassons ha un occhio di riguardo per le fasce deboli, in questo momento di emergenza ancora con maggiore attenzione. Come informa il sindaco, Fabrizio Pitton, nel bilancio appena approvato vista la situazione contingente vengono incrementati i capitoli del sociale.


«Abbiamo aggiunto ai 26 mila euro, assegnati dal Governo per aiuti alle persone in difficoltà a fare la spesa, altri 30 mila euro di fondi comunali, per ampliare la gamma dei beneficiari. Un gesto necessario – informa poi il primo cittadino – prevede il posticipo della Tari di metà aprile al 31 luglio, per non affollare gli uffici postali e per andare incontro a cittadini, commercianti, aziende, attività produttive che più risentono della crisi. La nostra amministrazione comunale – riferisce Pitton – ha attivato una rete con la Protezione civile, i commercianti locali, l’associazione Fameis e i servizi sociali, per venire incontro alle esigenze primarie di chi ha più bisogno. Si è instaurato pure un gruppo di lavoro sinergico tra i quattro sindaci di Talmassons, Mortegliano, Castions di Strada e Lestizza e i relativi gruppi di Pc, nonché la Polizia locale, per interventi comuni, come la stampa delle disposizioni ai cittadini e l’igienizzazione delle strade. La distribuzione delle mascherine – conclude Pitton – comincia dagli ultra 75enni; dalla prossima settimana a tutti e oltre la dotazione grazie all’aiuto delle nostre sarte volontarie». —

P.B.



Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi