Buoni spesa con l’app Importi e pagamenti li calcola il telefonino

Il Comune, primo in regione, ha già adottato il sistema L’applicazione, ribattezzata SolidAli, è dell’azienda Molo17





Si chiama SolidAli, la nuova app che consente di utilizzare i buoni spesa direttamente da telefonino o tablet. È il progetto congiunto realizzato dal Comune di San Vito e dall’azienda Molo17 (una software house nata cinque anni fa) che ha prodotto una web app facile da usare per amministrazione comunale, cittadini ed esercenti.

Il suo funzionamento è intuitivo ed è già operativo a San Vito al Tagliamento. Per la gestione e la fruizione dei buoni spesa, tutti i Comuni vengono dotati di una piattaforma web che autorizza e gestisce gli importi, consentendo ai richiedenti di effettuare la spesa nei negozi convenzionati e agli esercenti di contabilizzare i movimenti e il credito verso il Comune. Attraverso la specifica interfaccia web di SolidAli, gli uffici comunali possono caricare il valore dei buoni spesa ai cittadini aventi diritto, creando per ciascuno di loro un account personale. Il singolo utente riceve un sms inviato dal Comune per l’attivazione dell’app dei buoni spesa. Quando l’utente si recherà nei supermercati o nei negozi convenzionati, mostrerà al momento del pagamento il QR Code generato da SolidAli al cassiere. L’esercente, dotato a sua volta dell’interfaccia SolidAli sul proprio smartphone, semplicemente scansionando il QR Code, scalerà il credito dell’importo relativo e la spesa effettuata sarà registrata nel database dell’app. Il Comune riceverà, poi, i dati in entrata e in uscita inviati dagli esercenti, direttamente nell’interfaccia web. Utilizzare l’applicazione web di Molo17 significa evitare il potenziale rischio di contagio, senza lo scambio fisico dei buoni cartacei ed è anche una proposta ecologica, perché riduce a zero lo spreco di carta. La soluzione app, già disponibile, è in fase di valutazione in diversi Comuni del Fvg, ma a fare da apripista è proprio il Comune di San Vito al Tagliamento, che ha già attivato la procedura per accedervi.

La misura di sostegno dei buoni spesa per le famiglie colpite economicamente dall’epidemia, a San Vito ha consentito di assegnare in due settimane tutte le risorse economiche messe a disposizione dallo Stato (poco più di 80 mila euro), dal Comune (12 mila) e dal fondo di solidarietà alimentare (11 mila euro). —



Tartellette di frolla ai ceci con kiwi, avocado e yogurt

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi