In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

La Serie A e la B ripartono il 20 giugno, a metà giugno le ultime gare di Coppa Italia

2 minuti di lettura

Habemus Papam. Anzi no, la data della ripartenza della serie A. L’annuncio lo ha dato giovedì 28 maggio alle 19.46 il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora al termine della video conferenza con il presidente della Figc Gabriele Gravina e le altre figure di riferimento del calcio italiano. Attenzione, però, perché, si conosce la data della ripresa della serie A, ma non il calendario che dovrebbe essere ufficializzato nella giornata odierna. Il 20 giugno si giocheranno la giornata numero 27 (in quel caso l’Udinese sarebbe di scena a Torino contro i granata) o le quattro partite di recupero del 25º turno?

A prescindere dalle scelte che verranno prese oggi, può essere soddisfatta l’Udinese che, sia attraverso il patron Gianpaolo Pozzo che con le parole del responsabile dell’area tecnica Pierpaolo Marino, confidava in una ripartenza per il 20 e non per il 13.

Gotti e il suo staff avranno ancora tre settimane piene per calibrare al meglio il motore di De Paul e compagni che poi, scendendo in campo ogni tre giorni, non avranno la possibilità di fare allenamenti veri e propri. Per i preparatori atletici, comunque, avere una data di riferimento permetterà di programmare in maniera corretta il lavoro da qui in avanti.

«Il campionato di calcio di serie A ripartirà il 20 giugno – le prime parole del ministro Spadafora –. Mi sono confrontato con il presidente del Consiglio Giuseppe Conte che ha espresso compiacimento per la soluzione unitaria trovata insieme al mondo del calcio». L’incontro in video conferenza tra Spadafora, Gravina (Figc) Dal Pino (Lega di serie A) Balata (Lega di serie B), Ghirelli (serie C), Sibilia (Lnd), Tommasi (Aic), Ulivieri (Aiac) e Nicchi (Aia) era fissato per le 18.30, ma è iniziato con qualche minuto di ritardo. Sono stati sufficienti 40 giri di lancette per confermare l’accordo.

«Nel pomeriggio – ha spiegato il ministro – era arrivato l’ok del Comitato tecnico scientifico al protocollo proposto dalla Figc per la ripresa delle partite. Il Cts ha confermato la necessità imprescindibile della quarantena fiduciaria delle squadre qualora un componente del gruppo risultasse positivo al coronavirus. Abbiamo inoltre avuto la garanzia che il percorso dei tamponi che i club effettueranno non avrà alcuna via preferenziale né andrà a ledere i diritti degli italiani». Poi ha concluso: «La riunione con tutte le componenti, che ringrazio per la collaborazione, è stata molto utile. Oggi l’Italia sta ripartendo ed è giusto che riparta anche il calcio, perché ci sono tutte le condizioni di sicurezza e perché è arrivato l’ok del Cts».

Al momento, il protocollo previsto dalla Figc e approvato dal Cts prevede che in caso di una positività di un tesserato, la squadra vada in quarantena per quattordici giorni (a proposito: ieri è risultato negativo il presunto positivo dello staff tecnico del Bologna).

Il protocollo attuale, però, potrebbe subire delle variazioni nel caso in cui la situazione sanitaria dovesse migliorare con un calo della curva dei contagi. Si navigherà a vista e sarà quindi importante anche per il calcio continuare a rispettare le regole.

Da qui la rinnovata proposta di Spadaforora di far vedere le partite in chiaro. «Sono in corso contatti anche con i broadcaster che hanno i diritti delle partite di campionato, e le prime interlocuzioni sono positive. Il mio auspicio è che ci sia un segnale da parte di Sky, ovviamente nei limiti del possibile, che possa andare incontro alla volontà di tutti gli italiani di vivere questa ripresa con passione e anche evitando assembramenti in luoghi pubblici per andare a vedere le partite».

I commenti dei lettori