In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Lavora e dà lavoro in Friuli, ma per la Regione non ha diritto ai fondi Covid: la storia del ristorante di Chiusaforte

Un’eredità di famiglia, un ristorante avviato nel 1866 dal suo trisavolo Valentino: ma con la sede legale a Roma viene escluso dai contributi regionali

Renato D'argenio
2 minuti di lettura

Lui si chiama Roberto Martina ed è titolare di una ditta individuale con sede a Roma. È agente di commercio. Martina ha anche un’attività a Chiusaforte iscritta alla Camera di commercio di Udine e Pordenone. Un’eredità di famiglia, un ristorante avviato nel 1866 dal suo trisavolo Valentino.

In questi giorni Roberto Martina ha scoperto leggendo l’allegato 1 alla delibera 779 del 29 maggio 2020, che il suo ristorante non fa più parte del settore produttivo regionale poiché l’articolo 1 della legge regionale del 12 marzo 2020, numero 3, esplicita che la “Regione Friuli Venezia Giulia adotta ogni utile misura concretamente necessaria a fronteggiare la crisi economica che investe anche il settore produttivo regionale”, ma i contributi per i danni causati dall’emergenza Covid 19 sono concessi esclusivamente alle “strutture ricettive turistiche e agli esercizi commerciali e artigianali e ai servizi connessi a tali settori con sede legale e sedi operative sul territorio regionale”.

«La lettura di tale delibera dà adito ai peggiori pensieri su come sono gestiti in Regione i contributi pubblici – si sfoga Martina –. Infatti non sono previsti requisiti particolari, residenza (=voto) a parte, a differenza invece di quanto stabilito dall’articolo 25 del decreto legge 34/2020. Possono, per esempio, accedere al contributo le attività di affittacamere, anche non professionali, le quali, soprattutto in montagna, lavorano soltanto d’estate (provi lei a Chiusaforte a chiedere per una sola notte una singola ad aprile ad un affittacamere) e di certo l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2019 di tali attività sarà stato prossimo a quello del 2020, Covid o non Covid».

Sul tema della sede legale il decreto legge 34/2020 non fa inoltre distinzioni tra domicilio fiscale o sede operativa dell’azienda situata nel territorio di Comuni colpiti da eventi calamitosi. Invece la Regione le opportune distinzioni le fa: i danni causati dall’emergenza Covid 19 pare siano stati subiti solo da attività con sede legale in Friuli Venezia Giulia. «La Delibera in oggetto – continua Martina – finisce col concedere direttamente un vantaggio economico a ditte direttamente concorrenti presenti sul territorio quando in tutta l’Unione Europea, non solo in Friuli Venezia Giulia, sono incompatibili con il mercato interno gli aiuti concessi sotto qualsiasi forma che, favorendo talune imprese, falsino o minaccino di falsare la concorrenza».

E conclude: «Non facendo più parte del settore produttivo regionale ho sentito ovviamente il dovere di interpellare la Regione Fvg per sapere se, d’ora in poi, ad occuparsi dei controlli del mio locale a Chiusaforte sarà la Polizia Municipale di Roma».

A questo punto, mi permetto un suggerimento: visto che i 34 milioni di euro stanziati non saranno completamente utilizzati la Regione potrebbe valutare la possibilità di utilizzare le risorse non impegnate per venire incontro a situazioni come quella segnalata da Martina.

I commenti dei lettori