Si frattura la caviglia mentre scende da un sentiero

Resia: un cinquantaquattrenne di Ovaro è stato soccorso a 2200 metri di altitudine da un equipe di tre tecnici del Soccorso alpino e speleologico

RESIA. Ha messo il piede in un avvallamento del terreno e si è fratturato una caviglia mentre scendeva dal monte Sart verso il Bivacco Marussigh lungo il sentiero Cai 632.

E' stato soccorso a 2200 metri di altitudine un cinquantaquattrenne di Ovaro, G. C., da un equipe di tre tecnici del Soccorso alpino e speleologico, tra cui un medico, imbarcati a bordo dell'elicottero della Protezione civile, essendo il velivolo dell'elisoccorso regionale impegnato.

L'uomo è stato caricato a bordo in hovering e consegnato all'ambulanza per essere portato all'ospedale di Tolmezzo. Faceva parte di una comitiva di escursionisti che hanno chiamato il Nue112 e hanno atteso assieme a lui i soccorsi.

Arrosto di maiale con funghi e castagne

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi