Colpo di scena, le controanalisi smentiscono il test-bis: il campione olimpico Wayde van Niekerk è positivo al Covid-19

Si stava allenando a Gemona. Anche staff e team dell'albergo friulano negativi ai primi controlli di sabato 1 agosto

GEMONA. Il campione olimpico dei 400 metri a Rio 2016, il sudafricano Wayde van Niekerk, detentore del record mondiale sulla distanza, è risultato venerdì positivo al coronavirus durante un test effettuato dal Dipartimento di prevenzione dell’Azienda sanitaria friulana.

Le analisi rifatte a Udine la mattinata di sabato hanno invece dato esito negativo, mentre il secondo tampone a cui l'atleta si è sottoposto come da prassi ha confermato la positività. Il campione, che era in viaggio per Trieste dove avrebbe dovuto  partecipare a un meeting di atletica a Trieste, sta ritornando a Gemona.

 

Gemona premia Wayde van Niekerk

L’olimpionico si sta allenando a Gemona (dove dovrebbe restare fino a novembre) da una decina di giorni e dove – a parte le sedute quotidiane per rimettersi in forma – era stato messo in quarantena all’hotel Willy assieme ai compagni di nazionale e al resto dello staff che lo ha seguito in Italia. Assieme a lui, infatti, sono arrivati in Friuli l’ allenatrice, Ans Botha, il manager Peet Van Zyl, due componenti dello staff, tra cui il fisioterapista personale, e gli altri due olimpici Akani Simbine (110 ostacoli) e Ruswahl Samaai (salto in lungo). Tutti e sei sono risultati negativi ai test effettuati dall’Azienda sanitaria friulana.
 

La delegazione sudafricana aveva già effettuato un tampone (risultato negativo come da comunicazione ufficiale) in patria prima della partenza per l’Italia e in questi giorni si era sottoposta alla quarantena obbligatoria, come previsto dalla legge italiana, dividendosi tra l’albergo gemonese e il campo di atletica per gli allenamenti. Il giorno successivo al loro arrivo, inoltre, gli atleti erano già stati sottoposti a un tampone in Italia risultato negativo per tutti.
 

 

Zuppa fredda di barbabietola, arancia e yogurt

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi