Lotta senza quartiere ad assembramenti e ambulanti abusivi a Lignano: la polizia locale in campo anche con gli occhiali-scanner

Raffica di segnalazioni sui commercianti irregolari: più controlli nell’area pedonale. Il bagnasciuga e la Terrazza a mare sorvegliati da agenti e volontari

LIGNANO. Con merce spesso contraffatta e priva del marchio “Ce”, i venditori abusivi gironzolano di sera tra i viali pedonali avvicinando, senza avere addosso alcun tipo di protezione, le persone e insistendo affinché comprino la loro mercanzia. E così gli agenti della municipale sono stati sommersi da una raffica di segnalazioni da parte dei turisti e il comandante, proseguendo al tempo stesso nell’attività “anti-bivacco” sulla battigia, annuncia: «Per contrastare il fenomeno dell’abusivismo commerciale potenziamo i controlli in centro e continuiamo con quelli sul litorale».

Stretta sui viali pedonali

Residenti e turisti non sopportano più le scene di compravendita irregolare messo a segno, ogni sera, dai commercianti abusivi che mercanteggiano qualsivoglia oggetto, dalla bigiotteria agli occhiali da sole e fino ai giocattoli per i più piccoli.

«Sono tante le segnalazioni che ci sono arrivate in comando dalla gente che non tollera più questo tipo di comportamento – afferma il comandante della polizia locale di Lignano, Alberto Adami – e, quindi, sebbene fosse già in programma, continuiamo l’attività volta al contrasto dell’abusivismo commerciale potenziandola ad agosto». Già a partire da queste sere, infatti, con tanto di occhiali termoscanner, gli agenti della municipale passeranno in rassegna, sia in divisa sia con abiti civili, tutte le strade principali della città. «A coadiuvare il lavoro degli agenti saranno anche i volontari dell’associazione nazionale dei carabinieri in congedo – annuncia il numero uno del comando di viale Europa –, e ho chiesto loro di collaborare con noi per tutti i fine settimana di questo mese in modo da rafforzare le ispezioni anche in città».



Terrazza a Mare piantonata
I volontari dei carabinieri, inoltre, già da parecchie settimane, sono impegnati, assieme al resto delle forze dell’ordine tra cui i militari della Capitaneria di porto dell’ufficio locale marittimo di Lignano guidato dal comandante Raimondo Porcelli, nella sorveglianza della battigia e, in particolare, dell’area adiacente a Terrazza a Mare.

Lì, infatti, inaugurata la stagione estiva al tempo del Covid, soprattutto nei week-end, una folla di persone, per lo più giovani, si ammassava stendendo i propri teli mare senza osservare le distanze. Non solo. I bagnanti passavano le proprie giornate stazionando sulla battigia, luogo nel quale quest’anno è consentito (per ordinanza del sindaco Luca Fanotto) soltanto il transito, per garantire tutta la sicurezza necessaria. «Anche qui l’attività funziona – chiosa Adami – perché se gli agenti sono presenti e invitano i turisti, man mano che arrivano, a spostarsi nei lidi liberi, non si creano infrazioni».



Controlli anche in spiaggia
Alcuni con indosso la pettorina fluorescente e altri in divisa, anche ieri, infatti, in concomitanza al piantonamento della battigia, gli uomini della polizia locale erano presenti in spiaggia per fermare i venditori irregolari. «L’attività è stata più che altro di prevenzione, visto che di abusivi in mattinata non ce n’erano e non abbiamo quindi sequestrato nulla – spiega Adami –. Rispetto alle stagioni passate, quest’anno i commercianti irregolari sono presenti in minore quantità, e questo in parte è sicuramente dovuto al potenziamento della nostra attività, rafforzata già a partire dalla scorsa estate», conclude il comandante della polizia locale.
 

Tartellette di frolla ai ceci con kiwi, avocado e yogurt

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi