Maltempo, allagamenti a San Daniele e nel Medio Friuli. Tromba d'aria marina a Lignano

Sott'acqua anche il sottopassaggio di Basiliano. Al lavoro vigili del fuoco e Protezione civile

UDINE. Il maltempo è arrivato in Friuli Venezia Giulia. La Protezione civile regionale ha emesso un bollettino di allerta gialla per il territorio del Fvg dal pomeriggio di lunedì 3 agosto.

Il progressivo avvicinamento di una saccatura da ovest porterà un aumento dell’instabilità sulla regione, in particolare tra lunedì e martedì anche con il passaggio di un marcato fronte atlantico.

Saranno probabili temporali diffusi e frequenti su tutta la regione, anche forti, con piogge localmente intense, fino alla giornata di martedì 4 agosto. Migliorerà la situazione da mercoledì con cielo variabile, schiarite e temperature in risalita.

Maltempo, una tromba d'aria marina a Lignano

Alberi caduti e allagamenti. Nella serata di lunedì 3 agosto si sono registrati i primi danni. A Latisana intervento della Protezione civile per un albero pericolante in via del Marinaio. Allagamenti si sono verificati in scantinati nella zona di San Daniele e di Majano dove anche alcune strade sono finite sott'acqua. Inagibile la strada che da San Daniele conduce a San Tommaso. Chiuso anche il sottopassaggio a Basiliano. I vigili del fuoco sono al lavoro per rami pericolanti anche a Udine. Viabilità intralciata da rami e arbusti caduti a terra a Taipana e Nimis. Tromba d'aria marina, ma senza danni, a Lignano.

L'intervento nella notte a Cervignano. Nella notte tra domenica 2 e lunedì 3 agosto, i vigili del fuoco sono intervenuti, a Cervignano, in via Lino Stabile, per un albero colpito da un fulmine a causa del maltempo. La pianta, che si trovava poco distante da una bombola di Gpl, ha preso fuoco ma i pompieri sono riusciti in breve tempo a spegnere le fiamme e a mettere in sicurezza l'albero.

Sempre a causa del maltempo sono caduti alcuni alberi sulla sede stradale a Tarcento, in via Oltretorre, poco distante dal ponte di Molinis. Sul posto i vigili del fuoco.

Il maltempo di domenica. Alberi crollati, rami e calcinacci caduti sulle macchine parcheggiate in strada, vetrate dei condomini in frantumi. Il maltempo, nella notte tra sabato e domenica, si è abbattuto sul capoluogo friulano con pioggia e vento forte (con raffiche che in pianura hanno toccato in media i 60 fino ad arrivare gli 80 km chilometri orari localmente in montagna) lasciando dietro a sé molti danni. Numerosi le chiamate di intervento giunte al comando dei vigili del fuoco al lavoro per la messa in sicurezza di edifici e della piante pericolanti (Qui tutti gli aggiornamenti)

Zuppa fredda di barbabietola, arancia e yogurt

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi