Contenuto riservato agli abbonati

Settimane di ricerche, poi il recupero nel fiume: ora Asia è tornata a casa

La cagnolina di 10 anni si era persa l’11 luglio a Latisanotta Caduta da 15 metri nel Tagliamento: salvata dai pompieri

LATISANA. Ha vagato per tre settimane prima di poter essere riabbracciata dalla sua famiglia. Asia, la meticcia di 10 anni che sabato 11 luglio si era allontanata dalla sua abitazione di Latisanotta, domenica sera è stata salvata dai vigili del fuoco, dopo essere scivolata nel fiume Tagliamento, all’altezza del ponte ferroviario. La sua proprietaria, Maria Grazia Satta, 48 ore dopo l’allontanamento da casa della bestiola, aveva denunciato l’accaduto ai carabinieri della stazione di Latisana e chiesto aiuto all’intera comunità attraverso i social: ne erano seguite alcune segnalazioni, nella zona del palazzetto dello sport in via Bottari e in via Risorgimento, tutto sommato non lontano dalla casa di Latisanotta dove Asia si era trasferita solo da pochi giorni con la sua proprietaria, proveniente da fuori regione.



Forse scombussolata dal viaggio e dalla casa nuova Asia si era allontanata dal giardino e non era stata capace di rientrare. E non conoscendo la zona si è allontanata sempre più: magra e sciupata deve aver vagato per tre settimane lungo l’argine del Tagliamento, nascosta nella boscaglia, perché più nessuno l’ha avvistata, nemmeno Maria Grazia Satta. «Ho percorso a piedi il greto del fiume da Ronchis a San Giorgio e San Michele al Tagliamento, appendendo volantini ovunque con la sua foto e il mio numero di telefono – racconta Satta –, ho contattato tutti i veterinari della zona e i canili ma di Asia non c’era traccia».

Domenica sera attorno alle 21.30 una signora passeggiando sull’argine del Tagliamento ha visto la cagnolina sui binari del ponte ferroviario e l’ha sentita piangere. La donna ha quindi chiamato i carabinieri. In zona è arrivata una pattuglia della stazione di Latisana e una squadra di vigili del fuoco del distaccamento di Lignano Sabbiadoro: subito dopo esser stata avvistata Asia è caduta nel fiume, un volo di una quindicina di metri. I Pompieri si sono quindi calati con il verricello e hanno iniziato a cercare, con l’ausilio delle torce, finché hanno visto Asia che aveva trovato riparo vicino a della vegetazione, un particolare che ha evitato che la corrente del fiume si portasse via la cagnetta.

Una volta in caserma i carabinieri hanno avvisato la proprietaria che ha così riabbracciato la sua Asia.

«Vivo per lei – confessa, per rendere l’idea del grande affetto verso la cagnolina – adesso sta bene, è un po’ provata, stanca e dimagrita, ma sana e salva. È anche molto spaventata, tanto da non volerne sapere di uscire, nemmeno in giardino, e mi sta sempre vicina». Se Asia potesse parlare sicuramente ringrazierebbe i suoi salvatori, lo fa Satta al suo posto: «Sono davvero molto grata a carabinieri e vigili del fuoco e alla signora che l’ha vista e ha dato l’allarme».

Tartellette di frolla ai ceci con kiwi, avocado e yogurt

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi