Scompare da casa, ritrovato ore dopo in un campo di granturco

Le ricerche sono scattate poco prima dell’una: i vigili del fuoco di Udine sono intervenuti con due squadre, il supporto dell'Ucl (Unità Comando Locale) e personale del nucleo cinofilo (proveniente anche dal comando di Gorizia) e si sono concentrate in particolare nella zona rurale a sud di Udine, tra Baldasseria Media e Pradamano

UDINE. Si è allontanato dalla sua casa di viale Palmanova nel pomeriggio, dopo una banale discussione con la moglie. Che, dopo ore di assenza del consorte, preoccupata, ha allertato la polizia. L’uomo, un trentacinquenne udinese, è stato ritrovato in piena notte in stato di semincoscienza, riverso in un campo nella zona di Baldasseria, dagli agenti della Squadra volanti della questura.

L’allarme è scattato poco prima di mezzanotte del 14 agosto, quando la moglie dell’uomo, contatta tramite il Numero unico per l’emergenza (il 112) la sala operativa della polizia. Racconta di non riuscire a trovare il marito, uscito di casa nel pomeriggio: non risponde più al cellulare, dopo che qualche minuto prima gli aveva detto di trovarsi nei pressi del parcheggio di una pizzeria di via Baldasseria Bassa.


Ed è lì che gli agenti di due pattuglie trovano l’auto del trentacinquenne, con la portiera aperta e gli effetti personali al loro posto, all’interno dell’abitacolo: dell’uomo, però, non c’è traccia. Nel frattempo, come da prassi, viene attivato il piano provinciale per le persone scomparse, con il coinvolgimento dei vigili del fuoco di Udine, che intervengono con due squadre, il supporto dell'Ucl (Unità Comando Locale) e personale del nucleo cinofilo (proveniente anche dal comando di Gorizia). Le ricerche, in piena notte, si concentrano in particolare nella zona rurale a sud di Udine, tra Baldasseria Media e Pradamano.

Attorno alle 3.20 gli agenti, che stanno battendo i campi dietro Baldasseria, sentono un flebile lamento arrivare da un terreno coltivato a granturco. Illuminano con le torce la zona da cui proviene il grido sofferto e trovano l’uomo, in stato confusionale, che chiede aiuto e lamenta di non riuscire a respirare. Il trentacinquenne viene aiutato dai poliziotti, che immediatamente contattano gli operatori sanitari, cercando di raggiungere assieme a lui la strada più vicina. Il giovane viene portato al Pronto soccorso: le sue condizioni non destano preoccupazione, tanto che le dimissioni arrivano già nella giornata di Ferragosto.

Arrosto di maiale con funghi e castagne

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi