Guida al voto in Friuli: chi sono i candidati sindaco, i nomi degli aspiranti consiglieri e tutte le liste in corsa

La guida al voto del 20 e 21 settembre: aperte le urne per il rinnovo degli organi di 12 Comuni della Regione

UDINE. Elezioni amministrative 2020: si apriranno il 20 e 21 settembre le urne per il rinnovo degli organi di 12 Comuni della Regione (Andreis, Barcis, Caneva, Cividale del Friuli, Claut, Montereale Valcellina, Ovaro, Premariacco, Travesio, Valvasone Arzene, Varmo e Villesse), in contemporaneo svolgimento con il referendum popolare confermativo del testo di legge costituzionale recante “Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari”.

LE LISTE E GLI ASPIRANTI CONSIGLIERI COMUNALI

L'election day a livello nazionale congloberà il referendum confermativo del testo di legge costituzionale sulla riduzione del numero dei parlamentari, le elezioni suppletive per seggi vacanti di Camera e Senato, il rinnovo dei consigli regionali e l'elezione dei presidenti di sei Regioni a statuto ordinario, i rinnovi degli organi di circa 1.050 Comuni nel resto d'Italia - tra cui alcuni capoluoghi di provincia e di regione -, le elezioni comunali della Regione Trentino Alto Adige, le elezioni degli organi degli enti locali e degli enti di area vasta della Regione siciliana e le elezioni regionali della Valle d'Aosta che si dovevano tenere il 10 maggio.

In Friuli Venezia Giulia, per effetto della modifica introdotta dall'articolo 20 della legge regionale 29 giugno 2020, numero 13 (Legge regionale multisettoriale), è stato previsto che le elezioni si possano svolgere in una domenica compresa tra 6 settembre e il 13 dicembre 2020.

Cividale, i candidati e gli aspiranti consiglieri

Quattro liste nell’area di centrodestra, tre espressione del centrosinistra. Si è riequilibrata la sfida per la successione al sindaco Stefano Balloch, che fino a un paio di giorni fa si prospettava sbilanciata e che poi, invece, ha preso nuova forma grazie all’affiancamento di altre due compagini civiche (i Civi-ci dell’imprenditrice Emanuela Gorgone e Impegno Comune, formazione guidata da Alberto Contento) a supporto di Prospettiva Civica, il team del candidato sindaco Fabio Manzini, che è privo di simboli di partito ma che ha inglobato il Pd, come attesta la presenza dei consiglieri uscenti Massimo Martina ed Elena Domenis.

Il 24enne Manzini, dunque, affronterà la vicesindaco in carica Daniela Bernardi, espressione della Lega: la supportano, come detto, quattro liste, Lega Salvini Fvg, la squadra predisposta dal sindaco uscente (Civica Balloch per Cividale), Forza Cividale con i Civici per Cividale (il gruppo del deputato Roberto Novelli) e Fratelli d’Italia, realtà politica “introdotta” sul territorio, nei mesi scorsi, dal consigliere Davide Cantarutti.
Qui tutti i dettagli.

Ovaro, i candidati e gli aspiranti consiglieri

È una sfida a due quella appena apertasi per il rinnovo dell’assemblea civica nel Comune di Ovaro, reduce dall’esperienza del commissariamento: Lino Not, alle spalle una lunga esperienza amministrativa, affronterà – alla guida della lista Insieme per ripartire – Loris Gallo, leader di Alternativa per Ovaro 4.0, che a differenza del competitor non ha ufficializzato che al momento del deposito della lista la propria candidatura. Qui tutti i dettagli.

Premariacco, unico candidato e corsa al quorum

Qualcosa lasciava presagire un possibile colpo di teatro, nella “turbolenta” Premariacco in marcia di avvicinamento verso il voto, e così è stato: dopo aver temporeggiato per parecchi giorni, rimanendo sulla linea del forse, e dopo aver finalmente formalizzato – a poche ore dal termine ultimo per il deposito delle liste – la propria partecipazione alle elezioni del 20 e 21 settembre, Vivere Premariacco, il gruppo di maggioranza uscente, e il suo candidato sindaco Vincenzino Durì hanno fatto un passo indietro. Non ci sarà dunque alcun antagonista alla civica di centrodestra Premariacco Riparte, unica formazione in gara, sotto la guida del 54enne Michele De Sabata.

E a questo punto la sfida sarà con il quorum: per poter essere eletto sindaco, infatti, il candidato dovrà raggiungere il 50% più uno dei voti degli aventi diritto, traguardo non scontato, considerata l’esplicita campagna pro-commissariamento lanciata da Vivere Premariacco.Qui tutti i dettagli

Varmo, i candidati e gli aspiranti consiglieri

Sfida a tre nel comune di Varmo per il dopo Michelin. A contendersi il posto di primo cittadino ci sono Fausto Prampero, Antonella Iacuzzi e Massimo Della Siega.

Si chiama “Per Varmo Vil di Var” la lista civica che sosterrà Prampero, il candidato su cui punta la maggioranza uscente all’insegna dunque della continuità con l’amministrazione guidata dal sindaco Sergio Michelin: è la prima ad essere stata depositata lunedì mattina e presenta come capolista il vicesindaco Davide De Candido.

Prampero, geometra 51enne di Varmo, già responsabile dell’ufficio tecnico del comune di Ronchis, oggi funzionario regionale che si occupa prevalentemente della gestione dei contratti della Centrale unica di committenza, è alla prima esperienza con l’impegno pubblico. È sostenuto in particolar modo, oltre che da De Candido, anche dall’assessore Stefano Teghil e dalla capogruppo Laura Cosatto. Come ha riferito, ha deciso di candidarsi «per mettere a disposizione del paese dove sono nato e tutt’ora vivo la mia lunga esperienza amministrativa». È scesa in campo in queste amministrative Antonella Iacuzzi, imprenditrice, 49 anni, udinese d’origine ma residente a Belgrado da quasi 20 anni. Qui tutti i dettagli.

Valvasone Arzene, i candidati e gli aspiranti consiglieri

Tra conferme e novità si ripresenta alle urne la maggioranza di Valvasone Arzene che sostiene il sindaco Markus Maurmair, alla quinta candidatura di fila. Confermata nelle due liste civiche (Uniti per il bene Comune - Valvasone Arzene e Viva - Vivi Valvasone Arzene) gran parte della sua squadra, a partire dalla vicesindaca Lucia Maria Raffin. Novità l’inserimento di Maurizio Cherubin, in questo mandato inizialmente all’opposizione. La lista civica Insieme per Valvasone Arzene candida Luisa Forte: in squadra pure il capogruppo nell’attuale mandato Daniele Zilli e Pierino Masotti, esponente dell’altro gruppo di minoranza Adesso! Per il futuro. Qui tutti i dettagli.

Caneva, i candidati e gli aspiranti consiglieri

Sarà uno scontro all’ultimo voto fra l’amministrazione uscente, civica di centrodestra, la minoranza consiliare, civica di centrosinistra e una nuova lista civica. A contendersi il Comune tre candidati sindaci sostenuti da sette liste. Questa volta le minoranze si presentano compatte con il candidato sindaco Riccardo Poletto, 54 anni, geometra con studio a Sacile. Altrettanto fa la maggioranza, candidando sindaco Dino Salatin, 62 anni, imprenditore vinicolo.

C’è poi il candidato sindaco Egidio Santin, 55 anni, impiegato con una civica che lo sostiene. Il centrodestra ha mantenuto con le liste Lega Salvini FVG e Forza Caneva un chiaro riferimento al centrodestra nazionale, sostenendo Dino Salatin Sindaco, anche con la civica Crescere insieme-Salatin sindaco. Quest’ultima annovera il sindaco uscente Andrea Gava e l’assessore Francesca Coan. Dino Salatin nella scorsa elezione era stato il candidato consigliere in assoluto più votato del comune, proprio con la civica Crescere Insieme. Qui tutti i dettagli.

Montereale Valcellina, i candidati e gli aspiranti consiglieri

La novità principale alle elezioni comunali è rappresentata dalla candidata sindaco Mila Cigagna, 46 anni, stimata veterinaria a Montereale e nel Pordenonese, che con la lista civica Ripartiamo Montereale, composta da sedici candidati consiglieri, sfida il sindaco uscente Igor Alzetta, 52 anni, architetto, che ha governato dal 2015 Montereale con una coalizione civica di centrodestra. Nell’attuale votazione è sostenuto dalle civiche Progetto comune e Uniti per Montereale, entrambe di dodici candidati. Qui tutti i dettagli.

Barcis, Claut, Travesio e Andreis: tutti i nomi dei candidati e le liste

Si vota anche in Valcellina: elettori chiamati al voto a Barcis, Claut, Travesio e Andreis. A Travesio sarà una sfida tra una geometra e uno scrittore e insegnante. Il sindaco uscente Diego Franz, infatti, non si ricandida pertanto la contesa sarà tra due liste civiche. In gergo calcistico si direbbe 0-0 e palla al centro.

“Travesio rinasce, Cozzi sindaco” è una compagine di dodici candidati a sostegno della professionista di 37 anni. Altrettanti sono i candidati che sostengono l’insegnante in pensione e scrittore Paolo Venti, sostenuto dalla civica “Comunità Travesio domani”. Qui tutti i dettagli.

 

Zuppa fredda di barbabietola, arancia e yogurt

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi