Stop alle infiltrazioni e a un cantiere infinito: la palestra sarà rifatta

Interventi da due milioni al tetto e per ampliare l’impianto Accolti i suggerimenti delle 50 società sportive che la usano

lignano

A ogni ondata di maltempo, le infiltrazioni d’acqua tornavano a essere un problema: dopo anni di piccoli interventi che fungevano da mere “pezze” per le annose criticità della struttura, finalmente ora la palestra comunale sarà sistemata a dovere. Per ottimizzare l’edificio sfruttato dalle associazioni sportive della città, che sono circa una cinquantina in totale, la giunta Fanotto investirà 2 milioni e 200 mila euro. Infatti, nei giorni scorsi è stato approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica degli interventi di manutenzione straordinaria da eseguire nella palestra del centro sportivo comunale “G. Teghil” di viale Europa a Sabbiadoro.


«Soprattutto a causa dei problemi d’infiltrazione dell’acqua, su questa struttura siamo dovuti intervenire in numerose occasioni – commenta il sindaco Luca Fanotto –. Proprio per questo, infatti, la palestra necessitava di un’azione organica di questo genere, anche per evitare la dispersione del calore».

È ampia la rosa delle operazioni - previste dal raggruppamento temporaneo d’imprese - che saranno messe a segno nei prossimi mesi con l’obiettivo di mettere a nuovo lo stabile rinnovando e garantendo le migliori condizioni di esercizio degli impianti esistenti.

Nel particolare, è prevista la manutenzione straordinaria del rivestimento della palestra al fine di garantire la tenuta all’acqua e il contenimento energetico dell’edificio attraverso il completo rifacimento del sistema di isolamento, oltre che l’ampliamento della struttura (a nord) in modo da realizzare un magazzino (con una superficie di 140 metri quadrati posto su due livelli) funzionale allo svolgimento delle attività cestistiche e di volley, nonché spazi per il ricovero di attrezzature sportive in genere: tutto ciò tiene conto delle richieste pervenute dalle società sportive per lo svolgimento delle relative attività agonistiche. La struttura, inoltre, sarà ingrandita anche sul versante sud, in modo da rendere maggiormente fruibile lo spazio e l’atrio antistante. E ancora. All’esterno della palestra saranno installati dei pannelli led informativi degli eventi e degli spettacoli della stagione estiva e turistica della località.

«Sono particolarmente soddisfatto di questa ulteriore progettualità volta, come quelle di piazza Ursella, piazza Gregorutti, via Lagunare e i numerosi interventi sugli assi stradali, a un restyling complessivo della località – chiosa Fanotto –. In particolare, con quest’ultima opera potremo offrire un’immagine dal punto di vista estetico elegante e moderna del nostro centro sportivo quale luogo accessibile, professionale, luminoso e fresco, all’altezza delle importanti competizioni che saranno ospitate al suo interno. L’ intervento – conclude – permetterà altresì un miglioramento degli spazi per le tante associazioni sportive del territorio che hanno da sempre saputo valorizzare questo impianto. Si potrà, inoltre, beneficiare del Conto termico 2.0, contributo che, sulla base della superficie vetrata e opaca trattata, potrebbe attestarsi per una somma che andrà ad abbattere il costo complessivo dell’opera di circa 1 milione di euro». —





Arrosto di maiale con funghi e castagne

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi