Escursionista soccorso in montagna: lo trasportano a valle con la barella

RIGOLATO. Tra le dieci e trenta di domenica 6 settembre e le tredici circa i tecnici della stazione di Forni Avoltri del Soccorso alpino e speleologico hanno compiuto un intervento per portare a valle un escursionista cinquantenne di Zoppola di Pordenone, infortunatosi nei pressi della cima del monte Crostis, nelle Alpi Carniche.
 
L'uomo, che era in compagnia di altri tre compagni, si è  procurato una distorsione alla caviglia e non riusciva più a camminare autonomamente. Sul posto è stato inviato dalla Sores l'elisoccorso regionale: essendo il tempo in peggioramento si pensava di poter concludere la missione prima dell'arrivo della perturbazione.
 
L'elicottero però non ha potuto effettuare l'operazione di recupero a causa della scarsa visibilità e si è dunque provveduto subito a risolvere la missione con le squadre di terra della stazione del Soccorso alpino e della Guardia di finanza che erano già pronte in quota a dare supporto alle operazioni.
 
I soccorritori hanno prima raggiunto con i mezzi Malga Chiadinas e poi hanno percorso a piedi e sotto la pioggia battente gli ultimi trecento metri di dislivello con al seguito la barella per raggiungere l'infortunato e riportarlo alla malga dove poi è  stato consegnato all'ambulanza.
 
Alle operazioni a Malga Chiadinas hanno collaborato anche i vigili del fuoco.

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi