Il dolce della tradizione: lo strudel di mele

La ricetta dello strudel è molto antica e possiamo datare gli inizi addirittura dall'ottavo secolo a.C. Molte le varianti (poi ogni regione ha la sua), ecco la ricetta con le mele

Andiamo a conoscere una ricetta tipica delle nostre zone (ma non solo) e legata – per ovvi motivi, collegati alle materie prime – alla stagione autunnale: lo strudel di mele. Prima di andare a scoprire ingredienti e metodo di realizzazione andiamo a scoprire le origini di questo dolce.

La storia

La ricetta dello strudel è molto antica e possiamo datare gli inizi addirittura dall'ottavo secolo a.C., ovvero al tempo degli Assiri; simili dolci si ritrovano anche nell'Antica Grecia del III secolo a.C.. Probabilmente, anche grazie alla via della seta la ricetta si è così tanto diffusa andando però a modificare quella originale in diverse varianti: baklava, güllaç, börek e, appunto, strudel.

Lo strudel deriva quindi da una serie di nomi, forme e luoghi differenti; una delle più vicine è l'antico dolce baklava che seguiva le varie conquiste territoriali ottomane; dal 1526 il sultano Solimano il Magnifico avrebbe diffuso la sua ricetta nei territori conquistati, ovvero fino all'Ungheria.

I continui contatti tra l'impero ottomano e quello austriaco fecero sì che anche la ricetta dello strudel passasse nell'impero austriaco, di cui entrò a far parte nel 1699 l'Ungheria, e dal 1867, grazie all'Ausglech con cui nacque l'impero austro-ungarico, arrivò in Trentino, Sudtirolo e nel Litorale. In Italia tradizionalmente viene preparato in Friuli Venezia Giulia, Alto Adige, Trentino e Veneto. E’ importante ricordare che lo strudel ha ricevuto il riconoscimento di prodotto tradizionale italiano.

Ogni zona il suo strudel

Ogni luogo ha poi la sua ricetta: con la pasta frolla, con pasta da strudel (tradizionale, sottile: vi si arrotolano le mele dentro prima di metterla in forno) o con pasta sfoglia. Ne esistono anche versioni con altri tipi di frutta: pere, albicocche, frutti di bosco e c'è anche chi applica la formula dello strudel anche per preparare torte salate, ad esempio con verdure, crauti e salumi.

Gli ingredienti tipici sono: mele, uvetta, cannella, noci o pinoli, succo e scorza di limone, pangrattato, rum e zucchero.

La ricetta

Ingredienti per quattro persone – Media difficoltà – Pronto in 50 minuti circa

• 250 gr di farina

• 65 gr di burro

• margarina

• 1 uovo

• 150 gr di zucchero

• 2 kg di mele

• 2 cucchiaini di cannella

• 130 gr di uva passa

• 1 scorza grattugiata di limone

• Un pizzico di sale

Preparazione

Preparate una pasta, bene amalgamata, con farina, burro fuso, uovo sbattuto, sale e un bicchiere d'acqua. Lasciatela riposare e nel frattempo lavate, sbucciate e tagliate le mele a fette sottili.

Mescolatele poi con lo zucchero, la cannella, l'uva passa e la scorza di limone, ottenendo un ripieno. Stendete la pasta con un matterello. La sfoglia deve essere sottile.

Deponete il ripieno nela sfoglia che avete reso sottile, lasciando libero un lato. Arrotolate bene la sfoglia e saldate i lembi.

Ungete una piastra con la margarina e appoggiatevi lo strudel. Spennellate con il burro fuso e fate cuocere nel forno a 240°C per 30 minuti.

Polpette di cavolfiore con curcuma, uvetta e anacardi

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi