Pioggia di dimissioni in Consiglio Moro: golpe fallito. Revelant vice



/ MAGNANO IN RIVIERA


Dimissioni a tre e tentato “golpe” nell’amministrazione comunale di Magnano in Riviera.

Negli scorsi giorni in municipio a Magnano in Riviera sono giunte le dimissioni ufficiali del vicesindaco Carlo Michelizza e delle consigliere comunali Meris Mattiussi e Arianna Dose dalla maggioranza guidata dal sindaco Roberta Moro. A eccezione di Dose, che ha motivato la sua decisione dovuta al suo trasferimento come domicilio da Magnano in un altro paese, non sono noti i motivi che hanno spinto gli altri due rappresentanti dell’amministrazione comunale a dare le loro dimissioni, motivazioni che non sono riportate nelle comunicazioni ufficiali presentate. La presa di distanza è giunta improvvisa allo stesso primo cittadino Roberta Moro che ha già provveduto a nominare il già assessore Alessandro Revelant nuovo vice sindaco: «Non sono mai emerse contrapposizioni a partire dalle relazioni di giunta – spiega sindaco – in cui il vice sindaco ha sempre approvato tutte le delibere. Ero stata avvisata dalla direzione regionale che qualcuno aveva chiamato per sapere quali erano i numeri per far cadere l’amministrazione di Magnano, che tuttavia resta in funzione perché mantiene il sostegno del gruppo civico».

I tre consiglieri dimissionari non commentano alla richiesta di motivazioni: a quanto pare le difficoltà dell’ultimo periodo dovute alle difficoltà del Comune nel fornire i servizi per la mancanza di personale, a cui si è iniziato a fare risposta nella ultime settimane, sembra abbiano causato anche delle discussioni nell’unico gruppo civico presente in consiglio comunale. Tuttavia, interpellato, lo stesso ex vice sindaco Michelizza, già consigliere nelle passate amministrazioni Steccati, risponde con un «no comment».

«Capisco – dice il sindaco Moro – che ci siamo trovati di fronte momenti di difficoltà, ma queste vanno affrontate ed è quello che l’amministrazione continuerà a fare. Rispetto alle dimissioni, prendiamo atto della scelta comunicata della quale non conosciamo i motivi, ma procediamo lavorando con impegno cercando di dare risposte ai cittadini e avviare i diversi lavori in programma».

L’amministrazione Moro è entrata in funzione l’anno scorso a seguito delle elezioni che a Magnano hanno visto la partecipazione del solo gruppo di maggioranza: «Il fatto che qualcuno – dice Moro – abbia chiamato in Regione per conoscere i numeri necessari a far cadere l’amministrazione fa pensare a un tentativo di golpe, ma non crediamo siano questi i modi per affrontare questi momenti». —

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi