Contenuto riservato agli abbonati

Morìa di api e quella perizia "dimenticata"

Oltre duecento indagati. E dopo un anno e mezzo di indagini la richiesta di archiviazione. Serviva tutto questo per provare a impedire l’uso del Mesurol 500 nelle semine dei campi friulani?

UDINE. Oltre duecento indagati. E dopo un anno e mezzo di indagini la richiesta di archiviazione. Se è vero, come dice la Procura di Udine, che questa inchiesta ha avuto il merito di «cogliere un problema reale, quello dell’utilizzo diffuso di un fitofarmaco pericolosissimo, reso illegale nel frattempo dall’Unione Europea», una domanda va posta: serviva tutto questo per provare a impedire l’uso del Mesurol 500 nelle semine dei campi friulani?

Tutto è cominciato a il 5 marzo dell’anno scorso e si è concluso il 23 settembre.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Israele, ondata di gelo in Medio Oriente: Gerusalemme imbiancata dalla neve

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi