Ondata di maltempo sul Fvg: neve sui monti, disagi in pianura

L'insistente pioggia e il forte vento sulla costa hanno causato diversi problemi nella mattinata di domenica

UDINE. Allerta gialla della Protezione civile regionale in tutto in Fvg, fino alla tarda serata di domenica 11 ottobre.

Piove abbondantemente dalla tarda serata di sabato. L'ondata di maltempo che sta interessando la regione ha già causato diversi  problemi nella mattinata di domenica 11 ottobre.

Nella Bassa friulana, poco prima delle 7, a Pertegada, in via Monte Grappa, un fulmine ha colpito un quadro elettrico di un'abitazione. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco per la messa in sicurezza.

A Udine, invece, in viale Palmanova, poco dopo le 6.30, il conducente di un'automobile ha perso il controllo del mezzo ed è finito contro un albero. Solo lievi ferite per la persona alla guida della vettura. Sul posto i vigili del fuoco e il personale sanitario del 118.

Nevica sui monti già dai mille metri.

A Udine un grosso cedro è caduto in via Gaeta e ostruisce il passaggio delle auto dal parcheggio di un condominio. Sul posto vigili del fuoco per la messa in sicurezza.

Alberi pericolanti, sempre a casa del maltempo, anche a Cividale, via Fornalis, e a Stregna, lungo la strada provinciale 47.

Nella frazione di Forame, comune di Attimis, alcuni alberi e grossi rami sono caduti sulla sede stradale a causa del maltempo.

Le previsioni. Il maltempo che ha già fatto la sua comparsa nel Nord Italia con forti venti di Bora a Trieste e neve sulle cime delle Alpi, si estenderà nelle prossime ore in tutta la Penisola. «Dopo la breve fase di tempo stabile, caratterizzata anche da temperature nella media o leggermente sopra, una perturbazione nord-atlantica oggi sarà responsabile di condizioni di maltempo su gran parte del Centro-Nord e in Campania. - spiega ’iconameteo.it’ - Dalla fine della giornata il tempo peggiorerà in modo sensibile anche in Sicilia e, nella notte, nel resto del Sud».

Sulle Alpi orientali nevicherà abbondantemente anche sotto i 1500 metri. Lunedì il tempo migliorerà al Nord e resterà molto instabile al Centro-Sud. Questa perturbazione sarà accompagnata da un sensibile rinforzo dei venti e da aria fredda per il periodo - affermano i meteorologi - di conseguenza le temperature caleranno in modo molto sensibile, raggiungendo quasi ovunque valori ben al di sotto delle medie stagionali, specie nelle regioni settentrionali.

Il calo termico si avvertirà già da domenica al Nord e in Sardegna, poi gradualmente l’aria più fredda scivolerà lungo la Penisola fino a raggiungere entro lunedì sera anche l’estremo Sud«.

Minestra di cavolo nero, fagioli all’occhio e zucca con maltagliati di farro

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi