Fedeli esclusi da messa perchè in sovrannumero: partono le prenotazioni per Ognissanti

Troppi fedeli, alla messa di sabato sera alla parrocchia San Giorgio a Porcia, e una ventina di loro, in forza delle disposizioni anti Covid e dell’impossibilità di accogliere in chiesta un numero di persone superiore al consentito sono rimasti esclusi.

La situazione si è creata perché sono tornati a riunirsi i gruppi, dagli scout all’Azione cattolica, e dunque alla messa dello scorso sabato sera si è verificata un’affluenza superiore a quella consueta.


Il parroco, don Daniele Fort, è già corso ai ripari avvertendo ai fedeli che dalla festa di Ognissanti in poi la situazione cambierà. Sul “Vi sia noto”, il notiziario dei fedeli purliliesi, e sul sito della parrocchia (www.sangiorgio-porcia.it) sono già stati pubblicati gli orari delle messe dal 31 ottobre al 2 novembre, con l’avviso che, a causa delle norme per evitare il contagio da Covid 19, in duomo potranno prendere posto solo 120 persone. Per questo è stato aumentato il numero delle messe (sabato 31 ce ne sarà anche una alle 16.30). Per poter accedere alle celebrazioni (tranne quelle in cimitero), ha reso noto il parroco, «ognuno è invitato a prenotarsi ritirando il biglietto in sagrestia o in canonica. Chi ne sarà sprovvisto rischia di non poter entrare in chiesa».

Intanto, fino a Ognissanti, sono stati scaglionati i gruppi per non ritrovarsi nella situazione di sabato scorso. Al vaglio la ricerca di un capannone riscaldato, ma i costi sono rilevanti. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi