Pezzi di sanitari da bagno disseminati nelle vie Arrivano le fototrappole

LIGNANO

Oltre trenta sanitari di stanze da bagno da smaltire sono stati smontati e disseminati per tutta la città: da Sabbiadoro a Pineta e fino a Riviera, infatti, in questi giorni gli ingombranti rifiuti sono stati trovati abbandonati, all’altezza di numerose postazioni dei cassonetti per le immondizie, lungo le strade di Lignano.


«È un evento eccezionale e di un’inciviltà che lascia senza parole quello che si è verificato in queste giornate a Lignano – chiosa Paolo Ciubej, assessore all’Ambiente del Comune –. Credo che il proprietario di qualche condominio, a stagione turistica conclusa, abbia deciso di cambiare tutti i sanitari degli appartamenti abbandonando, però, quelli usati in giro per la città».

Si tratta, tuttavia, solo dell’ultimo dei molteplici episodi che si spesso si susseguono tra le vie della località marittima e che si concentrano, in particolare, all’inizio e alla fine della stagione turistica, quando cioè si preparano e si chiudono le case-vacanza e le strutture ricettive.

«Corso dei Continenti, fra le varie strade lignanesi, continua a essere una delle zone più critiche della località – prosegue Ciubej –: in quella via, infatti, su tutta la lunghezza, molte persone persistono a lasciare sul ciglio della strada spazzatura e ingombranti, trasformandola la trada in una vera e propria discarica». Stessa cosa che succedeva, ormai da anni, in via Brescia, zona residenziale più periferica e scelta da tanti per scaricare sacchi colmi di rifiuti e ingombranti di ogni tipo: dopo il malcontento manifestato da chi abita nel quartiere, dei quali Massimo Piccinno si è fatto portavoce, l’amministrazione comunale per far fronte al problema ha installato, proprio nei giorni scorsi, una fototrappola. Che non resterà l’unica a essere allestita nel territorio: «A stretto giro provvederemo ad acquistare una decina di nuove fototrappole – annuncia l’assessore Ciubej –. Saranno posizionate in quelle aree, tra le quali corso dei Continenti, appunto, in cui più spesso si verificano problematiche di questo genere e ci aiuteranno nel monitoraggio del territorio».

Tante, inoltre, le novità previste per il prossimo anno. «Ci sono parecchie nuove iniziative in programma per il 2021 volte a migliorare la raccolta dei rifiuti a Lignano – conclude Ciubej –. Oltre ad aprire l’ecopiazzola sette giorni su sette, avvieremo il servizio dello spazzino di quartiere: ci sarà un incaricato per ogni zona della città e avrà il compito di sorvegliare il territorio e, munito di un mezzo elettrico, provvederà a raccogliere l’immondizia lasciata a terra». —



Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi