Aumentano i contagi in Slovenia (834) e in Croazia (1131): ospedali in allerta

La Slovenia, Paese che sta osservando un significativo peggioramento della situazione epidemiologica, ha registrato altri 834 nuovi contagi il 15 ottobre, il numero più alto dall'inizio della pandemia.

Secondo i dati del portale «Covid-19 Tracker Slovenia», sono 5.413 i casi attualmente positivi nel paese (+12,3%), 242 persone sono ricoverate in ospedale (+9%), 45 sono in terapia intensiva (+ 12,5%). Altre quattro persone sono morte, portando il totale dall'inizio dell'epidemia a 180.

Le autorità di Lubiana hanno annunciato nuove misure di contenimento dell'epidemia, con la suddivisione del Paese in zone gialle e rosse, sottoposte a restrizioni di movimento e al funzionamento di locali pubblici, bar e ristoranti e a limiti agli assembramenti.

In Croazia continua la serie di record negativi sul fronte coronavirus e per la prima volta si è superata la soglia dei mille contagi giornalieri. Stando al bollettino giornaliero dell'Unità di crisi della Protezione civili, da giovedì 15 sono stati registrati 1.131 nuovi contagi.

Al massimo è anche il numero dei pazienti con l'infezione attiva, ad oggi 4.233. Di questi 505 sono in cura ospedaliera e 24 collegati a un ventilatore per la respirazione artificiale. Giovedì è morta una persona, che porta il totale dei decessi a 345.

Dall'inizio dell'epidemia in Croazia sono stati confermati poco meno di 24 mila casi di Covid-19, su 385 mila tamponi effettuati e una popolazione di quattro milioni. La situazione più grave è nella capitale Zagabria dove si sono registrati 231 nuovi contagi, mentre l'unica regione ancora nella zona verde è l'Istria dove ci sono appena 21 pazienti infetti, due in più rispetto a giovedì.

Gli ospedali sono stati messi in allerta e, se questa tendenza di crescita di nuove infezioni continuerà, nelle prossime due settimane il sistema sanitario potrebbe essere seriamente compromesso.

Video del giorno

Roma, stazione Termini: poliziotto spara alle gambe di un sospetto durante un fermo

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi