Alla Saf autista trovato positivo al virus

Il dipendente è a casa dall’8 ottobre, lavorava in città e nell’hinterland. L’azienda rassicura: protocolli rispettati

UDINE. Un autista della Saf è risultato positivo al tampone per il coronavirus. Si è saputo nelle ultime ore. È stato lui stesso ad avvertire i responsabili dell’azienda (che ora si chiama Arriva Udine spa)che si occupa dei servizi di trasporto urbano ed extraurbano della nostra provincia. Il dipendente era a casa già da giovedì 8 ottobre. A quanto si è appreso, il conducente in questione presta servizio solitamente sui pullman che si muovono in città e nella zona dell’hinterland.



Per il momento notizie ufficiali non ce ne sono. Bisognerà attendere, oggi, lunedì per fare il punto con i vertici della società che si interfacceranno anche con il Dipartimento di prevenzione dell’Azienda sanitaria. Gli altri dipendenti, fino a ieri, non erano stati contattati per il tampone. Molto probabilmente, però, oggi verranno effettuate le verifiche necessarie a capire quali persone possono essere state a contatto con l’autista negli ultimi giorni in cui ha lavorato. Ciò per poter effettuare i tamponi in modo mirato. E poi bisognerà vedere anche se tali rischi esistono per le persone che hanno viaggiato insieme al medesimo conducente.

«Su 11.000 contagi al giorno in Italia – sottolineano dall’ufficio stampa di Arriva Udine – è stato rilevato un contagio in azienda. Tra l’altro la persona era a casa da una decina di giorni. L’azienda – concludono – applica tutti i protocolli di sicurezza per il contenimento del virus e questo a tutela dei dipendenti e dei passeggeri» —.

 

CORONAVIRUS, ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER PER RICEVERE IL PUNTO DELLA SETTIMANA

Arrosto di maiale con funghi e castagne

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi