Salvano l’anziano nella galleria e un giovane che viaggiava contromano

UDINE. Ha visto un anziano a piedi, barcollante, nella galleria Sant’Antonio di Coccau: «Dove va?» gli ha chiesto e l’uomo con molta naturalezza ha risposto «all’adunata degli alpini a Bolzano». Era confuso, l’Alzheimer l’aveva portato lì, e Bepi Piussi, 54 anni, di Chiusaforte, l’ha salvato.

Flavio Sacchet, 58 anni, di Pontebba, invece, ha evitato il peggio agli automobilisti che avrebbero potuto impattare contro un’auto proveniente in contromano sulla A23, al volante c’era un giovane che aveva trascorso la notte nell’area di servizio di Campiolo. Piussi e Sacchet sono i due eroi friulani della sicurezza 2020 premiati da Autostrade per l’Italia.

Partner del Giro d’Italia, l’Aspi premia 14 ufficiali della Polizia stradale la stessa che assegna un riconoscimento a 10 operatori di Aspi distinti per competenze e impegno nel loro lavoro. Ieri, alla partenza della tappa Conegliano-Valdobbiadene, la Stradale ha consegnato la targa a Piussi, oggi a Rivolto sarà premiato Sacchet. Entrambi vantano un’esperienza ultra trentennale di lavoro nel Tronco di Udine di Aspi.

L'anziano fragile

Piccolino, nel buio della galleria, l’anziano affetto da Alzheimer camminava in un tempo tutto suo. Non era facile notarlo, ma all’occhio attento di Piussi quella macchia scura barcollante non è sfuggita. È stato più forte di lui e anche se il regolamento non lo consente, Piussi ha bloccato il furgone sul quale viaggiava dentro la galleria e ha fermato l’uomo diretto, a suo dire, all’adunata degli alpini a Bolzano.

Era uscito di casa qualche ora prima per fare una passeggiata, ma la sua mente l’aveva condotto allo svincolo di Boscoverde da dove era entrato in autostrada. Confuso e disorientato quell’omino fragile non riusciva a fornire informazioni chiare alla Polizia e anche qui è tornato in gioco Piussi perché leggendo i dati anagrafici si è reso conto che l’uomo abita nella stessa via di un suo parente.

Piussi non ha perso tempo, ha contattato il cugino il quale gli ha confermato che i familiari dell’anziano stavano andando a denunciare la scomparsa. Il lieto fine della storia dell’uomo fragile che camminava sull’A23 non fa sentire Piussi un eroe: «In quel tratto sono sempre molto attento perché è il luogo dove entrano i migranti».

Dal racconto di Piussi emerge la dedizione al lavoro e agli altri, non a caso l’operatore di Autostrade, diventato un punto di riferimento nel Tronco di Udine, dedica il premio Eroi della sicurezza ai colleghi più giovani che lo affiancano ogni giorno. Lo fa invitandoli ad «aiutare sempre le persone in difficoltà».

Il giovane confuso

Come Piussi pure Sacchet è stato animato dall’altruismo e dal senso del dovere quando si è reso conto che doveva mettere in sicurezza gli automobilisti. In una mattina di maggio, Sacchet scendeva da Pontebba verso Carnia e all’altezza di Resiutta, al chilometro 72, si è trovato di fronte a un auto che viaggiava in contromano.

«La vettura che avevo davanti ha sbandato per evitare il pericolo e io ho dovuto invadere la corsia di emergenza per evitare l’ostacolo. Ho avvertito la sala radio, ingranato la retromarcia e – racconta Sacchet – ho iniziato a inseguirlo segnalando con il lampeggiante e le frecce accese il pericolo agli automobilisti e ai camionisti.

Ho percorso in retromarcia diversi chilometri fino all’ingresso in una galleria dove si interrompe la corsia di emergenza». A quel punto è toccato alla polizia stradale fermare l’automobilista in contromano allo scambio di carreggiata.

L’uomo era in stato confusionale, aveva dormito nell’area di servizio di Campiolo e da qui si era diretto verso Chiusaforte dove è stato fermato. L’intervento di Sacchet ha evitato il peggio a tutte le persone che sopraggiungevano ignare del pericolo. «Ho fatto – ripete l’operatore – quello che mi sentivo di fare».

Autostrade per l’Italia ha premiato anche il vice ispettore Luca D’Antoni e il vice sovraintendente Gian Albino Bincoletto, in servizio nella sottosezione autostradale di Pordenone, per aver bloccato un automobilista in contromano, prima che potesse causare inevitabili disastrose conseguenze per gli utenti in transito. —


 

Arrosto di maiale con funghi e castagne

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi