In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Troppi contagi e Sappada si ferma: chiusi bar, alberghi e case vacanze. L'ordinanza spiegata punto per punto

Da oggi al 2 novembre i ristoranti chiudono alle 17. Consumazioni solo al tavolo. Sospese le attività sportive di gruppo

1 minuto di lettura

SAPPADA. Sappada blindata fino al prossimo 2 novembre. Oggi chiudono i battenti i bar, tutte le strutture ricettive alberghiere ed extra alberghiere, gli affittacamere e gli alloggi per le vacanze. Questo però non significa che chi alloggia dovrà fare le valigie in fretta e furia: gli ospiti già accolti – recita l’ordinanza – possono completare i rapporti in essere. Diversa la situazione nei ristoranti obbligati a chiudere dalle 17 alle 8 del giorno dopo. E dalle 8 alle 17 la clientela potrà consumare solo al tavolo, previa prenotazione e tracciamento sanitario. Chiusi anche il municipio, la biblioteca, i musei e tutti gli spazi pubblici, sospeso il servizio di scuolabus.



Ai cittadini viene raccomandato di limitare gli spostamenti da e verso altri comuni, parrucchieri ed estetiste devono rispettare i protocolli sanitari, tutti devono fare il possibile per evitare contatti extra-familiari e seguire in modo rigoroso le regole di prevenzione emanate dal ministero della salute. Alle cerimonie civili e religiosi, compresi gli eventuali funerali, il numero dei partecipare non può superare le 15 persone. Inutile dire che saranno sanzionati tutti coloro che non rispetteranno le misure.



Proprio perché si punta a evitare la diffusione del virus Sars-Cov2, «è stata considerata la possibilità di adottare i provvedimenti nel periodo di bassa stagione turistica, onde affrontare poi, al meglio, la stagione invernale». Riccardi assicura di aver dato «assicurazione che alle attività economiche che verranno penalizzate dal presente provvedimento saranno garantite, per quanto possibile, adeguate misure di sostegno».

L’ordinanza era prevedibile proprio perché la curva del contagio non accenna a diminuire. L’obiettivo è contenere il contagio per evitare di dover dichiarare la cittadina zona rossa. Con la stagione invernale ormai alle porte, la task-force ha preferito correre ai ripari prima dell’apertura di tutte le strutture turistiche invernali.

Sui social, il sindaco spiega alla popolazione che l’ordinanza non sospende la quarantena disposta dal Dipartimento di prevenzione per gli allievi delle scuole medie. Sempre oggi nella località turistica situata a 1250 metri di altitudine, ai piedi delle Dolomiti, sarà istituito il Centro operativo comunale della Protezione civile dove i cittadini possono rivolgersi per ricevere tutti i chiarimenti del caso. Possono contattare direttamente anche il numero verde 800 500 300. —


 

I commenti dei lettori