Murales: arriva il bis nel park di viale Dante

I murales sono diventati una gradita comparsa in città e i pordenonesi dimostrano di apprezzare quest’arte. Se poi a firmarli sono artisti che sono anche espressione del territorio, il gradimento diventa orgoglio. È stato così, diversi anni fa, con il gorilla di Davide Toffolo in vicolo delle acque ed è stato così, nel recente passato, con il cane di Giulio Masieri a Torre.

«Anche questa è una forma d’arte che genera identità e noi abbiamo artisti bravissimi – evidenzia il primo cittadino Ciriani –. Proprio la scorsa settimana ho incontrato un giovane artista pordenonese, che ha vissuto tre anni a Granada, che mi ha proposto di realizzare un murale davvero bellissimo in bianco e nero. Siamo intenzionati a realizzarlo nel costruendo park di viale Dante. A livello locale abbiamo moltissimi talenti, anche tra i giovani. Questo ragazzo è un esempio, ma penso anche alle energie espresse dal polo tecnologico o all’associazione i Fioi. Anche questa è Pordenone e dobbiamo valorizzarla». —




© RIPRODUZIONE RISERVATA

Arrosto di maiale con funghi e castagne

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi