Furto di superalcolici, spaccio e danni in piazza: cinque ragazzi denunciati

PORDENONE. La polizia locale di Pordenone-Cordenons ha denunciato a vario titolo cinque giovani per spaccio, resistenza, danneggiamento, porto di coltello e furto aggravato. L’indagine è partita dalla segnalazione di un cittadino lo scorso inverno: un gruppo di ragazzi, alcuni dei quali minorenni, faceva confusione in piazza XX Settembre, nei pressi della biblioteca civica.

I vigili urbani sono intervenuti e hanno identificato i giovani, uno dei quali, peraltro in preda all’alcol, è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale. Una telecamera comunale in piazza vicino alla biblioteca è stata danneggiata. Con sé i ragazzi (anche minori) avevano costosi superalcolici. Un particolare che ha insospettito gli investigatori. Facendo ulteriori verifiche, è emerso che le bottiglie erano state rubate da un supermercato in città. Due ragazzi sono stati denunciati a piede libero per il furto di superalcolici.


Passando al setaccio le riprese degli occhi elettronici per rintracciare gli altri giovani della comitiva, gli agenti hanno scoperto chi aveva rotto la telecamera. È stato immortalato infatti da un filmato: il giovane, accorgendosi della telecamera, l’ha colpita con la mano.

L’unità di polizia giudiziaria, avvalendosi della videosorveglianza e effettuando pedinamenti, ha scoperto un giro di spaccio e ha monitorato gli spostamenti e le frequentazioni del sospettato. Sabato scorso, su mandato del pm Carmelo Barbaro, è scattata la perquisizione a casa del ventenne A.M., che abita con la famiglia in città.

Il cane antidroga Conan della polizia locale di San Michele al Tagliamento, ha fiutato diverse dosi di marijuana, metanfetamine. Sono stati rinvenuti coltellini, bilancini di precisione, bustine di plastica per il confezionamento. S.P., presente in casa al momento della perquisizione, è stata denunciata per possesso di coltello con lama da 14 centimetri nascosta in un apribottiglie.

«Ringrazio – ha commentato l’assessore alla sicurezza Emanuele Loperfido – gli agenti che con dedizione, pazienza e professionalità hanno organizzato questa operazione per andare a fondo sugli episodi emersi dal continuo monitoraggio del territorio e dalle segnalazioni dei cittadini, ai quali rinnovo l’invito a chiamare il 112 e il comando della polizia locale (0434 392811)». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Arrosto di maiale con funghi e castagne

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi