Si è spento Damiani Fu avvocato e politico

È morto a 80 anni Gabriele Damiani, avvocato udinese con una lunga militanza nella Democrazia Cristiana. Dopo essere risultato positivo al Covid-19, era stato ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale di Udine, una decina di giorni fa, senza però riuscire a sconfiggere il virus. È stato consigliere e assessore comunale con le amministrazioni guidate da Angelo Candolini e da Piergiorgio Bressani e ha ricoperto anche l’incarico di presidente dell’Amga, di direttore del Consorzio Aussa Corno, di amministratore straordinario dell’allora Usl di San Daniele del Friuli. Si è avvicinato alla politica negli anni ’70 per chiudere la sua esperienza nei primi anni 2000, dopo essere diventato il primo segretario di Udine dell’Udc e dopo la candidatura alle elezioni europee. Smessi i panni da politico, ha portato avanti l’attività forense, facendosi apprezzare anche in questo campo. Damiani era un esule istriano, nato a Lussino Piccolo. Si è trasferito con i genitori in Friuli e ha sempre abitato a Udine. Sposato con Maria Enrica, ha avuto due figli, Giorgio e Stefania. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Arrosto di maiale con funghi e castagne

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi