Coronavirus, gli aggiornamenti dal Friuli ora per ora: in Fvg 220 nuovi contagi, una morte sospetta a Pordenone

Aggiornamento ore 23.10. Positivo un docente della primaria di Basiliano
E’ risultato positivo al tampone Covid-19, dopo quarantena per contatto con un soggetto contagiato, un docente della scuola primaria di Basiliano, nel plesso di via San Paolino, dove il dirigente scolastico ha disposto la sospensione didattica per gli alunni di due classi. Le famiglie verranno contattate dall’Ass che indicherà la scadenza per la quarantena e la data dell’eventuale tampone. Anche il sindaco, Marco del Negro, prontamente informato, sta seguendo la vicenda.

Aggiornamento ore 21.45. A Pordenone un morto sospetto Covid

Sono 15 i ricoverati nel reparto Covid dell’ospedale di Pordenone, quasi raddoppiati rispetto al giorno precedente. Giovedì 22 ottobre c’è stato un decesso sospetto Covid ed è morto un ottantaquattrenne di Zoppola i cui familiari sono in quarantena fiduciaria. Venerdì 23 ottobre via al drive in per tamponi a Maniago. Qui il dettaglio.

Aggiornamento ore 21.05. A Palmanova un altro studente positivo: 17 in quarantena
Un altro contagio al Covid-19 è stato registrato all’istituto superiore Einaudi di Palmanova. La notizia, comunicata alla scuola nella tarda serata di mercoledì, ha messo immediatamente in moto le comunicazioni con le famiglie e con i ragazzi e così, già ieri, gli alunni non si sono presentati a scuola. Ad essere risultata positiva al coronavirus è una studentessa di una classe seconda. Qui il dettaglio.

Aggiornamento ore 20.00. A Gorizia positivo un educatore, chiuso asilo nido
Oggi è stato trovato positivo un operatore scolastico della Scuola d'infanzia di Corte Sant'Ilario a Gorizia e come prevedono i protocolli sanitari la scuola sarà chiusa per essere igienizzata e saranno quindi effettuati tutti i tamponi previsti. Lo ha annunciato il sindaco Rodolfo Ziberna. "In questi giorni sto cercando di parlare con più gente possibile e sento che sta crescendo nuovamente la paura, di essere contagiati, di perdere il lavoro, di non riuscire ad andare avanti con l'attività", ha scritto su Facebook il primo cittadino goriziano.

CORONAVIRUS, ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER PER RICEVERE IL PUNTO DELLA SETTIMANA


Aggiornamento ore 19.10.  Porcia, test per giunta, consiglieri e dipendenti comunali
Il Comune ha deciso di dare la possibilità ai dipendenti, ai componenti del consiglio comunale, ai volontari della Protezione civile e ai volontari civici di sottoporsi a test sierologico per sapere se siano venuti a contatto con il Covid-19. Il test è volontario e anonimo e l’incarico è stato affidato a un soggetto privato. Qui la notizia.




Aggiornamento ore 18.50. A Buja dieci contagiati e due ricoveri in ospedale
L’azienda sanitaria ha comunicato all’amministrazione comunale la presenza a Buja di dieci persone positive al coronavirus. Di queste, due hanno dovuto essere ospedalizzate: una di queste, un uomo, ha meno di 50 anni ed è in terapia intensiva con alcune difficoltà di respirazione. La seconda persona è anziana: in quel caso, le sue condizioni sono migliori pur avendo sintomi dell’influenza ed è tenuta sotto osservazione.Qui il focus.

Aggiornamento ore 18.15. Zaia: "No lockdown, usiamo le mascherine"
Il Veneto non cede sulla linea anti-lockdown, e il suo governatore, LucaZaia, giudica poco utili anche le mini-zone rosse, «che servono solo a mettersi il cuore in pace». Chiudere i confini delle regioni, è il ragionamento diZaia, significa stop totale: «come potrei accettare - osserva - che mi arrivino cittadini dalla Francia o la Germania e nello stesso tempo ho una barriera con Lombardia o Campania?» L'unico salvagente, nella fase in cui anche il contact tracing con migliaia di casi al giorno mostra la corda, con migliaia, è la mascherina.ù



Aggiornamento delle 17.45. Anche un quattordicenne ricoverato a Udine
Dal bollettino emerge anche il ricovero in Medicina d’urgenza Covid di Udine di un quattordicenne. Da segnalare anche i casi di un’impiegata di uno studio commercialista a Pordenone, un lavoratore dell’Electrolux (in smart work), un avvocato di Trieste e un militare della Guardia di Finanza.Qui il quadro.

Aggiornamento delle 17.30. Positivi due ospiti dell'Asp Carnia e dell'Arcicasa
I casi ordierni di positività al Covid-19 in Friuli Venezia Giulia, per quel che riguarda le residenze per anziani, oltre a quelli già divulgati da Asugi relativi alla Moschion di Trieste, sono: due ospiti della residenza Flora 2 (Ts), un ospite della residenza Cinque Stelle (Ts), un ospite dell’Hotel Fernetti (Ts), un ospite dell’Asp della Carnia, un ospite della residenza "Ada E Alfredo Arcicasa" di San Quirino. L'elenco della Regione.

Aggiornamento delle 16.30. Ordinanza del sindaco a Cividale, stop all'alcol dopo le 22 nei bar
Il sindaco di Cividale, Daniela Bernardi, ha emanato oggi un'ordinanza per recepire le indicazioni dell'ultimo Dpcm di Conte. Tra le novità, entra in vigore il divieto di vendita per asporto di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione dalle 22 alle 5 del giorno seguente da parte degli esercizi commerciali di vicinato, delle medie strutture di vendita e dei distributori automatici di bevande. Qui i dettagli.

Aggiornamento delle 15.15. In Fvg 220 nuovi contagi, calano i ricoveri in terapia intensiva
Giovedì 22 ottobre sono stati rilevati 220 nuovi contagi (5.510 tamponi eseguiti) e un decesso da Covid-19 in Friuli Venezia Giulia. Si tratta di una donna nata nel 1942 residente a Trieste, deceduta alla Rsa San Giusto e precedentemente ospite della Casa di riposo Residenza «Le Magnolie». Lo ha comunicato il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi.  Le persone risultate positive al virus in regione dall’inizio della pandemia ammontano in tutto a 7.075, di cui: 2.338 a Trieste, 2.495 a Udine, 1.442 a Pordenone e 751 a Gorizia, alle quali si aggiungono 49 persone da fuori regione.Qui il bollettino.


Aggiornamento delle 15. Tamponi al drive-in di Sappada. Ha preso il via giovedì 22 ottobre, alle 12, a Sappada, in modalità drive-in lo screening  dell'intera comunità, che dovrà fornire un quadro chiaro della situazione epidemiologica nella vallata.

Il primo a sottoporsi al test è stato il sindaco Manuel Piller Hoffer e, dopo di lui, gli esponenti del consiglio comunale. Sei  in tutto gli operatori sanitari del dipartimento che, tra giovedì e sabato, testeranno più di 1200 sappadini e numerosi i volontari della protezione civile che si alterneranno per coordinare il traffico, insieme con i vigili, e le operazioni di screening.

Dalle 12 fino a metà pomeriggio gli  abitanti della località montana hanno risposto positivamente, rispettando ognuno il proprio orario, all’invito a sottoporsi al tampone. Gli esiti verranno del test saranno comunicati entro le 48/72 ore dal Dipartimento di prevenzione.

Aggiornamento delle 13.30.A Buja altri dieci contagi. Il sindaco di Buja, Stefano Bergagna, ha annunciato con un post su facebook che in paese ci sono dieci nuovi positivi al Covid-19, la maggior parte dei quali appartanenti a due nuclei familiari. Due di questi sono ricoverati in ospedale, uno (con meno di 50 anni) in area di emergenza.

" Si sta come, d'autunno, sugli alberi, le foglie" Non ho mai preso parte alla "guerra ideologica" tra negazionisti e...

Pubblicato da Stefano Bergagna su Mercoledì 21 ottobre 2020

Aggiornamento delle 13. La Germania indica 12 regioni italiane a rischio: c'è anche il Fvg. Dopo aver annunciato un nuovo record anche in Germania con oltre 11 mila casi di Covid-19 in un giorno, l’istituto tedesco Robert Koch ha lanciato l’allarme, definendo «molto grave» la situazione globale, e ha indicato 12 regioni italiane fra le zone «a rischio» di provenienza per chi arriva in Germania.

Si tratta di Alto Adige, Valle d’Aosta, Umbria, Lombardia, Piemonte, Toscana, Veneto, Lazio, Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna e Sardegna.

L'"avviso di viaggio" entrerà in vigore a partire dalle ore 24 di venerdì 23 ottobre. Per chi entra in Germania dalle aree dichiarate a rischio scatta l’obbligo di quarantena. Di norma, la lista dell’Rki viene assunta dal governo tedesco.

Aggiornamento delle 12.15. Nuovo record di positivi al coronavirus per la Slovenia. Sono infatti 1.663 i nuovi contagi registrati nelle ultime 24 ore, il numero più alto da inizio epidemia, anche se la quantità di tamponi eseguiti è aumentata di oltre mille unità, con 6.215 test. E il governo pensa a una nuova stretta. Qui tutti i dati.

Aggiornamento delle 10.45. Contagiato il sindaco di Faedis. Il sindaco di Faedis, Claudio Zani, ha contratto il coronavirus, sorte toccata anche a una dei 13 dipendenti del Comune, mentre un'altra, che presenta sintomi, è in attesa di sottoporsi al test: da mercoledì 21 ottobre, così, il municipio è chiuso e lo sarà fino a lunedì 26 (salvo proroghe), per consentire a personale specializzato di effettuare la sanificazione dei locali. Qui per approfondire.

Aggiornamento delle 10.10. Limiti e divieti: cosa succede nelle altre regioni. Con l'aumento dei contagi, crescono e si fanno più stringenti le misure che le Regioni stanno assumendo, da nord a sud, fino ad arrivare al coprifuoco. Queste le misure adottate da quelle amministrazioni regionali dove il numero di contagi è sensibilmente aumentato negli ultimi giorni.

Aggiornamento dele 9.30. Norme anti-Covid: l'elenco delle violazioni e delle multe previste. Quali multe si rischiano in caso di violazioni delle norme anti-contagio? Si va da 280 euro, come stabilito dall’articolo 4 del Decreto legge numero 19 del 2020, a 560 euro in caso di recidiva. E per le attività commerciali è prevista anche una chiusura provvisoria fino a cinque giorni.

A tracciare un quadro complessivo sull'entità dei provvedimenti è la Guardia di finanza, che nei giorni scorsi ha pubblicato un prontuario con il quale si prendono in esame le possibili cause di sanzioni Covid 19 per i singoli cittadini, per i negozi e le attività commerciali. Ecco le violazioni e le sanzioni corrispondenti.

Aggiornamento delle 9. Nuovi casi all'ospedale di Pordenone e al Cro. Nuovi contagi fra gli operatori sanitari: mercoledì 21 ottobre due ulteriori operatori all’ospedale di Pordenone e uno al Cro sono risultati positivi. Positiva anche una donna di Tramonti di Sopra che frequenta il locale centro anziani, chiuso, un contagio al liceo Grigoletti e uno alle elementari di Travesio. Questa la situazione nel Pordenonese.

Aggiornamento delle 8.30. Sul treno senza mascherina: "Sono immune". È salito sul treno diretto a San Vito alla stazione di Casarsa, senza mascherina e senza biglietto. Il capotreno ha fornito un dispositivo di protezione al giovane di origine ghanese e gli ha ingiunto di indossarlo. Il passeggero si è rifiutato: «No, io sono immune, non la metto». È stato fatto scendere, ma si è scagliato ocntro gli agenti. Alla fine ha patteggiato davanti al giudice. Ecco i particolari.

Aggiornamento delle 8. Contagiati primario del Pronto soccorso e la moglie. Un primario e sua moglie, anche lei dottoressa. Sono i due operatori sanitari risultati positivi al Covid-19 lunedì scorso al Pronto soccorso dell’ospedale di Palmanova. Entrambi si sono posti in quarantena, come in quarantena fiduciaria sono tutte le persone entrate in contatto con loro, dopo essere stati sottoposte al tampone. Qui l'articolo.

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi