Coronavirus a Basiliano, una maestra è positiva e due classi restano a casa

L’insegnante, da giorni in isolamento, aveva avuto contatti con un contagiato. Test a 35 scolari della scuola elementare

BASILIANO. Un’insegnante della scuola primaria di Basiliano è positiva al Coronavirus, perciò i suoi alunni sono a casa in attesa di essere invitati a fare il tampone. Lo ha comunicato attraverso i social il sindaco, Marco Del Negro, non appena ha avuto la conferma da parte del dirigente scolastico dell’Istituto comprensivo di Basiliano e Sedegliano, Maurizio Driol, della disposizione per cui in via cautelativa nelle due classi le lezioni in presenza sono sospese.

CORONAVIRUS, ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER PER RICEVERE IL PUNTO DELLA SETTIMANA

«L’istituto scolastico e il dipartimento di prevenzione, che ha preso in carico i casi dei circa 35 bambini da sottoporre a test, stanno facendo il massimo – dice il primo cittadino. Non è augurabile che in una scuola si verifichino questi disagi, ma con la situazione dobbiamo convivere: bisogna attuare tutto, come è stato fatto, con la migliore accortezza per evitare il diffondersi dell’infezione, ma anche accettare il fatto che si verifichi».



L’insegnante, consapevole di aver avuto contatto con persona contagiata dal virus, era già da qualche giorno in isolamento, in attesa dell’esito del tampone. Ma anche i bambini in via cautelativa erano rimasti confinati nelle proprie abitazioni: compreso venerdì 23 ottobre, hanno perso tre giorni di scuola. La loro quarantena scadrà, se negativi, giovedì 29 ottobre. Non appena è emersa la positività dell’insegnante, è stata messa a punto la ricerca dei tracciamenti, quindi i genitori dei piccoli alunni saranno chiamati nei prossimi giorni ad accompagnarli all’appuntamento per la somministrazione del test, sperando che – come a marzo scrivevano i bambini sotto l’arcobaleno – tutto vada bene.

«La scuola è nuova – spiega il sindaco – e le aule sono ampie, per cui è stato possibile distanziare opportunamente i banchi; anche l’insegnante ha sempre osservato scrupolosamente le prescrizioni dei protocolli e i bambini hanno consumato nelle loro aule la refezione, come del resto tutte le altre attività didattiche si sono svolte senza commistione delle classi. Sullo scuolabus pure sono stati applicati i comportamenti di sicurezza quali il distanziamento, l’uso della mascherina e l’igienizzazione dei mezzi».

La nuovissima scuola è stata ultimata nell’estate scorsa per gli alunni che non era più possibile continuare a ospitare nel plesso di Blessano, privo di palestra, inadeguato alle norme e inadatto alla nuova didattica. I piccoli risiedono prevalentemente a Blessano e nel Comune, alcuni in quello di Mereto di Tomba. Il dirigente scolastico ha comunicato che si attuerà per gli assenti la didattica a distanza.

Quanto al territorio, il sindaco Del Negro informa periodicamente i cittadini circa l’andamento dei contagi: «Attualmente – riferisce – ci sono in comune di Basiliano 5 positivi, riferiti a nuclei familiari di cui si stanno definendo i tracciamenti, e alcune quarantene in risoluzione». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA


 

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi