In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Si sono inventati la Pec ma vogliono i documenti di carta. E nemmeno l'Agenzia per l’Italia digitale risponde alla mail

Invio alcuni documenti tramite posta elettronica. Niente da fare, chiedono i certificati via raccomandata. Mi rassegno e vado allo sportello. Il tutto in barba alle raccomandazioni Covid espresse dallo stesso governo, volte a favorire il più possibile l’informatizzazione delle attività connesse con le istituzioni pubbliche

Renato D'argenio
1 minuto di lettura

UDINE. Il 4 agosto mi dimettono dopo una degenza di un giorno per un intervento alla spalla. Dovendo inoltrare i documenti all’Inps per la copertura della malattia, mando subito una Pec – il messaggio di posta elettronica certificata che ha lo stesso valore legale di una tradizionale raccomandata con avviso di ricevimento – e mi illudo di essere a posto.

Ma mi sbaglio: dall’Inps di Udine mi rispondono che prendono atto della trasmissione, ma che comunque devo far pervenire i documenti in originale. Chiedo spiegazioni, e mi arrivano i riferimenti normativi, che sono vecchi e risalgono a ben prima l’istituzione del Codice dell’amministrazione digitale (nel 2005 il primo decreto legislativo in materia).

Allorché scrivo fiducioso all’Agenzia per l’Italia Digitale, è l’agenzia che ha il compito di garantire la realizzazione degli obiettivi dell’agenda digitale italiana e contribuire alla diffusione dell’utilizzo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione. Inutile dire che della Pec ho regolare riscontro, con tanto di numero assegnato alla segnalazione.

Nel frattempo, mi risponde anche l’Inps di Trieste, cui mi ero rivolto sperando, invano, che fossero più informati e che quindi mi accettassero la Pec. Niente da fare.

Rassegnato, invio con raccomandata postale i due certificati. Quindi, accedo fisicamente allo sportello, nelle fasce orarie libere dalla reperibilità per il medico fiscale. Sala d’attesa piuttosto affollata, distanza di sicurezza più presunta che reale, e – tanto per non smentirci – più di 6 euro a mio carico. Il tutto in barba alle raccomandazioni Covid espresse dallo stesso governo, volte a favorire il più possibile l’informatizzazione delle attività connesse con le istituzioni pubbliche.

Da notare peraltro che, mentre con la Pec il contenuto è certo e non modificabile, io nella busta della raccomandata avrei anche potuto metterci la lista della spesa. Dimostrassero loro, poi, che lì i miei certificati non c’erano...

A quasi due mesi di distanza, comunque, sono ancora in attesa che l’Agenzia per l’Italia Digitale mi risponda. Anche l’ultima mail, mandata con Pec il 26 agosto, è rimasta senza riscontro.

I commenti dei lettori