Giugovaz: «Trasferirli sarebbe stato rischioso»

«Con 19 positivi tra gli ospiti della casa di riposo la mia preoccupazione non è poca». L’incubo, per Gianni Giugovaz, sindaco di San Quirino, è cominciato nel pomeriggio di ieri, quando è stato avvisato che i tamponi a cui erano stati sottoposti gli ospiti della casa di riposo comunale erano positivi per 19 di loro.

Subito c’è stato un incontro con personale dell’AsFO e direzione per decidere cosa fare, riunione terminata poco dopo le 19. Gli ospiti positivi sono rimasti nella struttura, ma isolati: «Sarebbe stato impensabile procedere con così tanti trasferimenti – ha detto Giugovaz – oltre che rischioso». Inoltre si sarebbero andate a saturare le strutture sanitarie sul territorio.


«Stiamo seguendo con l’Azienda sanitaria tutta la vicenda – ha proseguito il sindaco – ed è evidente che d’ora in poi ci sarà una ancor maggiore scrupolosità nel rispettare tutte le regole di sicurezza».

Giugovaz ieri è stato chiamato anche a un compito delicato: «Ho chiamato tutte le famiglie – ha detto – e le ho informate della situazione. Noi le visite le avevamo sospese già quando gli ospiti erano stati sottoposti al primo turno di tamponi. Adesso la chiusura proseguirà e ci stiamo già organizzando con le videochiamate, come avevamo fatto nella prima parte dell’emergenza».

Nella struttura gli operatori, per i quali si attende ancora l’esito dei tamponi, lavorano con i dispositivi di protezione individuale come da protocolli. —



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Arrosto di maiale con funghi e castagne

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi