Passaggi col “rosso”: scattano le sanzioni

In funzione da ieri l’impianto che traccia ogni veicolo La sperimentazione ha evidenziato 150 violazioni al mese



/ San Daniele


Attenzione a premere sull’acceleratore in vista dell’impianto semaforico tra la Sr463 e via Valeriana. Dalla mezzanotte di ieri sera è infatti entrato in funzione l’impianto di rilevamento che traccia i passaggi con il rosso. Attivo 24 ore su 24, nelle intenzioni dell’amministrazione comunale il nuovo strumento – preso in affitto dal Comune per 2 anni al costo di circa 40 mila euro – dovrebbe disincentivare la velocità di automobilisti e conducenti di mezzi pesanti che spesso, all’altezza del semaforo, scelgono di accelerare e superare l’intersezione quando il giallo sta già per diventare rosso. Una pratica rischiosa per i veicoli e i pedoni che si accingono ad attraversale l’incrocio da via Valeriana e che nel passato è stata causa di più d’un incidente. Le prove, effettuate nel corso delle ultime settimane, necessarie per il collaudo e la calibratura dell’impianto, hanno rivelato un numero importante di infrazioni: i passaggi con il rosso sono mediamente 5/6 al giorno, oltre 150 in un mese. A farlo sapere è il vicesindaco di San Daniele, Mauro Visentin, che ha seguito tutto l’iter dell’opera. «Il nostro scopo – precisa l’amministratore a nome della giunta Valent – non è quello di far cassa, ma di proteggere i cittadini aumentando la sicurezza dell’incrocio dove nel tempo, specie nelle ore di punta, si sono verificati diversi sinistri. Spesso causati da auto e in particolare da mezzi pesanti provenienti da nord: il rettilineo da quella direzione induce ad acquistare velocità e rende difficile fermarsi all’ultimo momento». L’impianto di rilevamento funzionerà h24 come pure il semaforo. «Nel pacchetto – aggiunge Visentin – è compresa la lettura delle targhe, che va a coprire una zona precedentemente scoperta della città quanto a videosorveglianza, con l’intento di consentire la tracciatura dei passaggi lungo strada in caso di incidente o indagine». L’attraversamento dell’incrocio con il rosso (violazione disciplinata dall’art 146 comma 3 del codice della strada) è punito con una sanzione di 167 euro se commesso tra le 7 e le 22, ridotto a 116,90 euro nel caso in cui la sanzione venga pagata entro 5 giorni. Sale a 222,67 euro nella fascia oraria dalle 22 alle 7 del mattino, ridotta a 155,87 euro sempre in caso di pagamento “anticipato” . La bastonata non arriva solo a danno del portafoglio. A farne le spese sono anche i punti della patente. Il passaggio con il semaforo rosso comporta la decurtazione di ben 6 punti e se ripetuta entro due anni porta alla sospensione del documento di guida da 1 a 3 mesi. —

Arrosto di maiale con funghi e castagne

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi