Medico e papà di tre figli ha un malore mentre è al lavoro: si accascia e muore a 46 anni

Padre di tre figli, Tiziano Piovan aveva 46 anni. Venerdì intorno alle 14.30 ha avuto un malore mentre si trovava al lavoro al Centro di riabilitazione ambulatoriale e diurno “La nostra famiglia” di Pasian di Prato, una realtà che si occupa delle persone con disabilità, soprattutto bambini e ragazzi.

UDINE. Un’improvvisa emorragia cerebrale ha spento il sorriso del neuropsichiatra infantile Tiziano Piovan. Padre di tre figli, Piovan aveva 46 anni. Venerdì intorno alle 14.30 ha avuto un malore mentre si trovava al lavoro al Centro di riabilitazione ambulatoriale e diurno “La nostra famiglia” di Pasian di Prato, una realtà che si occupa delle persone con disabilità, soprattutto bambini e ragazzi.

Nonostante l’intervento dei medici, per Piovan, che ha perso subito conoscenza, non c’è stato niente da fare. Nato a Udine, dove si era laureato in medicina, si era trasferito prima a Padova per conseguire la specializzazione di neuropsichiatria e poi in Olanda e Francia, a Parigi, per completare il suo percorso formativo e maturare le prime esperienze professionali.


Proprio a Parigi, durante la Giornata mondiale della gioventù, la strada di Piovan si lega a quella di Erika che già aveva conosciuto ai tempi dell’università e che diventerà sua moglie. Piovan torna quindi a Udine, dove realizza il sogno di costruire una famiglia e dove frequenta la parrocchia di Paderno. Molto credente, Piovan ricopre anche l’incarico di vicepresidente dell’Organizzazione di volontariato associazione comunità e famiglia ha per finalità l’autopromozione della famiglia. In particolare Piovan era attivo nei gruppi di condivisione, luoghi dove «si impara il fondamento della comunità e l’ascolto dell’altro».

Da diversi anni lavorava a “La nostra famiglia” dove era particolarmente apprezzato per le sue competenze professionali e per la grande generosità. «Era una persona positiva che sapeva trasmettere fiducia e si dedicava agli altri senza chiedere niente in cambio», ricorda la sorella Laura. Insieme alla moglie condivideva l’impegno a favore della comunità e per la preghiera.

Oltre alla moglie Erika, lascia i figli Miriam, Anna Luce e Martino, la sorella Laura e i genitori Ada e Giorgio. I funerali si svolgeranno domani alle 14 nella chiesa Sant’Andrea di Paderno. La cerimonia potrà essere seguita anche on-line dal sito della parrocchia. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi