Nuovo Dpcm, Fedriga: "Ancora in attesa di sapere in che zona siamo. È come comprare una casa senza vederla"

UDINE. «Questo Dpcm è come comprare una casa senza andarla a vedere, perché se non so gli effetti che ha questo Dpcm diventa un problema serio». «Non posso scrivere una cosa senza sapere che effetti mi provoca su Paese, cittadini, imprese e lavoratori». Lo ha detto il presidente del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, ai microfoni di Un giorno da pecora su Radiouno.

Il problema, ha spiegato Fedriga, è che ci sono tre fasce di allerta, con rispettive misure da applicare, «ma non sappiamo dove queste insistono». Il Dpcm porta con sè «impatti enormi» e non si sa dove questi si riverseranno. Al momento, ha aggiunto Fedriga, siamo «nell'incertezza assoluta» per quanto riguarda l'assegnazione del colore di allerta per il Friuli Venezia Giulia.

«Siamo in trepidante attesa»: potrebbe essere, ha ipotizzato, «tra giallo o arancione, rosso escluderei». In generale, ha concluso, «è molto più razionale la proposta dei medici, che dicono di fare un lockdown, che iniziare a chiudere a casaccio attività, mettendole in ginocchio. Così non affrontiamo il problema del virus». Ora, ha concluso, «servono misure efficaci: le Regioni non hanno chiesto il lockdown, ma misure omogenee».

Carciofi crudi, pere e gorgonzola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi