Il bollettino: 504 nuovi casi, nove i decessi. Riccardi: niente più ricoveri a San Daniele, urgenze trasferite a Tolmezzo e Udine - Gli aggiornamenti ora per ora

CORONAVIRUS, ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER PER RICEVERE IL PUNTO DELLA SETTIMANA

Aggiornamento ore 22.30. Un ospite dell'Asp Moro di Codroipo positivo al coronavirus
Terzo contagio alla casa di riposo Daniele Moro di Codroipo. Dopo un’operatrice sociosanitaria e una addetta mensa, risultate positive al Covid-19 a seguito dell’ultimo giro di tamponi a cui tutto il personale era stato il 4 novembre (180 i test eseguiti), anche un anziano ospite nella struttura ha contratto il virus. Qui il dettaglio.


Aggiornamento ore 22. L'ordine dei medici chiede il lockdown in tutta Italia
Non accennano a calare (e non ingannino i numeri odierni, perché oltre ai contagi sono diminuiti anche i tamponi) i casi di coronavirus in Italia e, soprattutto, non si placa, anzi in realtà aumenta, la pressione sugli ospedali. Da più parti in Italia arrivano notizie di strutture in difficoltà. Ed è per questo, ora, c’è chi chiede la chiusura totale. A chiederlo, alla luce dei dati che continuano a salire, soprattutto quelli sui ricoveri in ospedale e nelle terapie intensive, è il Presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei Medici (Fnomceo), Filippo Anelli, dalla pagina Fb della stessa Federazione: «Lockdown totale, in tutto il Paese». Qui la notizia

Aggiornamento ore 20.30. Tredici positivi alla casa di riposo di Moggio Udinese
Tredici persone positive al Covid, fra ospiti e operatori, alla casa di riposo “Ettore Tolazzi” di Moggio. Lo ha comunicato il sindaco, Giorgio Filaferro. Questo l’esito dei tamponi effettuati nei giorni scorsi dopo la scoperta di due positività al coronavirus tra gli anziani della struttura di via Ermolli. Sono stati rieseguiti immediatamente i test a tutti gli ospiti e operatori. Sul totale di circa 130 persone sono stati trovati 13 positivi – riassume la situazione il sindaco Filaferro –. Gli ospiti affetti dal Covid sono stati trasferiti a Udine. Al momento del trasferimento stavano bene. Auguriamoci che possano tutti guarire rapidamente». Qui la notizia.

Aggiornamento ore 18.15. Riccardi: intesa con i medici di base per l'assistenza domiciliare
«Con il coinvolgimento importante degli Ordini dei medici del Friuli Venezia Giulia, i cui vertici hanno tutti manifestato massima collaborazione e unità d’intenti con la Regione, entro una settimana contiamo nella bozza dell’accordo con cui, oltre a venir recepiti formalmente i contenuti dell’accordo collettivo nazionale firmato dal ministro Speranza con il sindacato Fimmg-Federazione dei medici di medicina generale in merito all’attività di tamponamento, verranno affrontati altri due settori essenziali per consentire di affiancare la preziosa opera dei medici di medicina generale alle strutture ospedaliere e ai Dipartimenti, oggi in grave sofferenza: l’attività di refertazione e l’assistenza ai pazienti in isolamento».  Lo ha indicato il vicepresidente della Regione, Riccardo Riccardi. Qui i dettagli.

Aggiornamento ore 17.40. Un assessore e un dipendente comunale positivi a Sutrio
Un assessore comunale e un dipendente del Comune di Sutrio sono risultati positivi al tampone. Lo ha comunicato il sindaco della località montana, Manlio Mattia. Il primo cittadino è risultato a sua volta negativo al test al quale si è sottoposto nelle scorse ore. L'amministrazione, alla luce della situazione, ha stabilito di sospendere il servizio dello scuolabus.Qui la notizia.

Aggiornamento ore 17.16. Sospese le attività all'ospedale di San Daniele. "A seguito della necessità di considerare alcune sezioni dell'ospedale di San Daniele aree Covid, l'attività è stata rimodulata ovvero non potranno essere effettuati più nuovi ricoveri, né programmati né urgenti. Sono state quindi sospese temporaneamente le attività per i pazienti non affetti da Covid-19 ad esclusione del punto nascita con la pediatria, le attività ambulatoriali e il pronto soccorso per la sola fase valutativa. Le urgenze verranno dirottate sul presidio di Tolmezzo e di Udine".

Lo ha confermato il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, evidenziando che "Asufc sta studiando come dirottare l'attività chirurgica programmata prevista a San Daniele su Tolmezzo e Udine, dove esistono spazi adeguati, con la temporanea rotazione delle equipe mediche".

Aggiornamento ore 17. Il dettaglio del contagio in Friuli. Nel dettaglio dei dati odierni sul Covid-19 in Friuli Venezia Giulia, i 9 decessi afferiscono a: un uomo di 90 anni di Cavasso Nuovo morto in una Rsa, una donna di 90 anni di Trieste deceduta in una Rsa, un uomo di 90 anni di Trieste morto in una Rsa, un uomo di 89 anni di Maniago deceduto in ospedale, un uomo di 84 anni di Paularo morto in ospedale, un uomo di 84 anni di San Daniele del Friuli deceduto in ospedale, un uomo di 81 anni di Travesio morto in ospedale, un uomo di 81 anni di Pordenone deceduto ospedale e, infine, un uomo di 75 anni di Trieste morto in ospedale. . Lo comunica il vicegovernatore con delega alla Salute del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi. Tutti i dati di giornata.

Aggiornamento ore 16. Cosa succede a Nordest. Si riunisce oggi la cabina di regia sul Covid, e dall’analisi dei nuovi dati probabilmente già da domani alcune regioni cambieranno colore, passando dalla zona gialla a quella intermedia, arancione. Una decisione che peserà sulla vita quotidiana dei cittadini poiché ogni passaggio comporta l’inasprimento delle misure da rispettare. Qui il dettaglio.

Aggiornamento ore 15.40. Quasi mille multe in Italia. Sono quasi un migliaio le persone multate in tutta Italia nella giornata di ieri per il mancato rispetto delle regole anti-contagio: il numero è più che raddoppiato in due giorni. È quanto emerge dai dati del Viminale in merito ai controlli per il contenimento dell’emergenza Covid. Nello specifico, su 69.111 controlli, sono state sanzionate ieri 944 persone e denunciate 110. (queste ultime per non aver rispettato la quarantena dopo essere risultate positive). Sono stati 11.654 gli esercizi controllati: 139 i titolari sanzionati, 52 i provvedimenti di chiusura.

Aggiornamento ore 15.15. Tutto l'Alto Adige diventa zona rossa. Tutto l’Alto Adige diventa zona rossa. «L’andamento epidemiologico con i numeri in costante crescita e il sempre maggior numero di comuni dichiarati zona rossa lo impongono. È inutile ormai applicare due provvedimenti diversi», dice all’ANSA il governatore Arno Kompatscher, che nelle prossime ore firmerà l’ordinanza. Spostamenti tra i comuni saranno concessi solo per motivi di lavoro, salute, studio e urgenze inderogabili. Nelle ultime 24 ore si sono registrati 781 nuovi casi su 2998 tamponi e 4 decessi

Aggiornamento ore 14.45. Il bollettino. Oggi in Friuli Venezia Giulia sono stati rilevati 504 nuovi contagi (4.486 tamponi eseguiti) e 9 decessi da Covid-19.

Lo ha comunicato il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi.

Le persone risultate positive al virus in regione dall'inizio della pandemia ammontano in tutto a 14.728, di cui: 4.549 a Trieste, 5.806 a Udine, 2.689 a Pordenone e 1.505 a Gorizia, alle quali si aggiungono 179 persone da fuori regione.

I casi attuali di infezione sono 7.733. Rimangono 45 i pazienti in cura in terapia intensiva mentre salgono a 301 i ricoverati in altri reparti. I decessi complessivamente ammontano a 451, con la seguente suddivisione territoriale: 226 a Trieste, 110 a Udine, 104 a Pordenone e 11 a Gorizia.

I totalmente guariti sono 6.544, i clinicamente guariti 92 e le persone in isolamento 7.295.

Aggiornamento delle ore 13. Outlet: aperti in Veneto, chiusi in Fvg. In Veneto gli outlet aprono, in Fvg no. E allora se gli esercizi commerciali del McArthurGlen Noventa di Piave Designer Outlet oggi, domenica 8 novembre, sono regolarmente aperti, a una settantina di chilometri di distanza al Palmanova Village, invece le serrande sono abbassate. Ecco il perchè.

Aggiornamento delle ore 12.15. Ospite positivo alla casa di riposo di Codroipo. Terzo contagio alla casa di riposo Daniele Moro di Codroipo. Dopo un'operatrice sociosanitaria e una addetta mensa, risultate positive al Covid-19  anche un anziano  ospite nella struttura ha contratto il virus. Ecco la notizia.

Aggiornamento delle ore 11.30. Terzo contagio alle medie di Buttrio. È emerso un nuovo caso Covid alla scuola media “Ippolito Nievo” di Buttrio. Dopo l’esito positivo dei test per due studenti della seconda, avvenuto lo scorso weekend, anche un’altra loro compagna di classe è infatti risultata contagiata, seppur completamente asintomatica.Qui l'approfondimento.

Aggiornamento delle ore 11. Sì alle visite ma solo se protette alla casa di riposo di San Giorgio. All’Asp Chiabà sono stati attivati infatti nuovi protocolli di sicurezza. A seguito delle ultime disposizioni regionali e nazionali in merito all’aumento dei contagi da Covid, nel centro diurno Alzheimer, attualmente chiuso, è stata collocata una postazione con plexiglas (dotata di interfono) a completa separazione fra ospite e visitatori, che non vengono mai in contatto tra di loro. Ecco tutti i dettagli.

Aggiornamento delle ore 10. Il Covid si porta via il parroco di Paularo. È morto don Gio Batta Del Negro, per trent'anni parroco di Paularo. Ospite della casa di riposo di Tolmezzo, nei giorni scorsi era risultato positivo al Covid. Ecco il ritratto.

Aggiornamento delle ore 9. Le vittime a Udine e Pordenone. Dall'alfiere del Comune di Carlino al tecnico della rete telefonica di Azzano Decimo. Ecco chi sono i morti per Covid-19.

Aggiornamento delle ore 8. Sindaco e vice contagiati a Villa Santina. Il sindaco di Villa Santina Domenico Giatti e il suo vice Stefano Mecchia sono risultati positivi al Covid. L'appello:«Bisogna avviare una battaglia aperta contro i negazionisti. Io sono pronto a farla». Al via la sanificazione degli uffici in municipio. Qui l'articolo.

Aggiornamento delle ore 7. La giornata di ieri.  Nella giornata di sabato 7 novembre in Friuli Venezia Giulia sono stati rilevati 872 nuovi contagi (8.629 tamponi eseguiti) e 7 decessi da Covid-19. Le persone risultate positive al virus in regione dall'inizio della pandemia ammontano in tutto a 14.224, di cui: 4.434 a Trieste, 5.525 a Udine, 2.594 a Pordenone e 1.501 a Gorizia, alle quali si aggiungono 170 persone da fuori regione. Qui il resoconto di quanto accaduto ieri in Friuli.

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi