Contenuto riservato agli abbonati

Altre quattro vittime in ospedale e Rsa: quasi cento nuovi contagi in sole 24 ore nel Pordenonese

Reparti pieni a Pordenone. Positivi infermieri (uno anche al Cro), operatori socio sanitari e alunni ad Aviano e San Vito

Impennata di contagi da coronavirus nel Friuli occidentale e quattro nuovi decessi sui nove rilevati complessivamente in Fvg. A fronte di un numero dimezzato di tamponi eseguiti sabato a livello regionale, in 24 ore la provincia di Pordenone ha registrato 95 positivi in più.

I numeri della pandemia, in costante aumento, si riflettono anche in corsia dove medici e personale si prodigano per salvare vite e assistere i malati. I ricoveri si susseguono a ciclo continuo. Non appena si libera un posto letto, subito viene occupato da un nuovo paziente. Sabato pomeriggio all’ospedale di Pordenone sono stati liberati dieci posti dalla terza medica per accogliere altrettanti pazienti. La seconda medica è già stata riempita.



Anche il reparto di rianimazione e terapia intensiva del Santa Maria degli Angeli ha esaurito i posti letto. Sempre nella giornata di sabato un paziente è stato trasferito in terapia semintensiva e al suo posto è stato accolto un altro arrivato in condizioni molto gravi, con una polmonite bilaterale.

C’è poi il nodo del personale, che si trova a fronteggiare un’emergenza crescente in questa seconda ondata. Sabato pomeriggio due medici gestivano sessanta pazienti. L’auspicio è che la curva dei contagi subisca una rapida inversione di marcia, in modo da dare sollievo anche alle strutture ospedaliere.



Il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla salute Riccardo Riccardi ha comunicato ieri che all’Azienda sanitaria del Friuli occidentale (Asfo) sono stati individuati tre infermieri e un operatore socio-sanitario positivi. Un altro infermiere del Cro di Aviano è stato infettato dal Covid-19.

Nel settore delle residenze per anziani, è stazionaria la situazione a Spilimbergo, Sequals e Cavasso Nuovo: non ci sono nuovi casi. Tutto il personale è stato sottoposto al tampone ed è risultato negativo. A Cordenons, invece, di cui riferiamo a parte, sono stati rilevati tre positivi in più, due ospiti e un operatore.

CORONAVIRUS, ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER PER RICEVERE IL PUNTO DELLA SETTIMANA


Sul fronte delle scuole sono state registrate due positività nella secondaria di primo grado Ic “Aviano” di Aviano e una nella scuola materna Fabrici di San Vito al Tagliamento. Nella mappa regionale della Protezione civile, l’incidenza maggiore di casi in rapporto alla popolazione si registra in provincia a Cavasso Nuovo, che ha 27 positivi. Segue San Quirino, con 37 contagi, ma una prevalenza inferiore.

Dall’inizio della pandemia in provincia di Pordenone sono morte 104 persone e si sono contagiati in 2.689. Nel bollettino giornaliero con i dati del Covid-19 ieri Riccardi ha elencato quattro decessi nella Destra Tagliamento: un novantenne di Cavasso Nuovo, un 89enne di Maniago, un 81enne di Travesio, un 81enne di Pordenone. Il primo è deceduto in una Rsa, gli altri tre in ospedale. Cordoglio in città per Eugenio Zoia, 81 anni, residente a Pordenone.

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi