Contenuto riservato agli abbonati

Giovane pordenonese diventa disegnatrice di moda per la fondazione di Carlo d’Inghilterra

Alice D’Andrea e il sogno realizzato: «Suggestivo incontrarlo in Scozia» Ha contribuito a creare una speciale collezione di lusso “sostenibile” 

Da Provesano alla corte del principe Carlo d’Inghilterra. È il coronamento di un sogno per Alice D’Andrea, aver fatto parte del gruppo di lavoro che ha partecipato alla realizzazione della collezione “Yoox net-a-porter for The Prince’s Foundation”. Dopo gli studi superiori a Pordenone, Alice s’è trasferita a Milano per studiare Design della moda al Politecnico, con particolare interesse nell’ambito dell’abbigliamento maschile, e ora fa parte del gruppo “Yoox net-a-porter” per il progetto The Modern Artisan.

«Durante l’ultimo anno della triennale in Fashion Design al Politecnico di Milano – ha raccontato – sono stata invitata assieme ad altri 5 studenti a realizzare una collezione di capi per il “Yoox Net-a-porter” in collaborazione con la fondazione del Principe Carlo “The Prince’s Foundation”. Si tratta di un progetto creato sulla base di una ricerca su Leonardo da Vinci e i trend di vendita fornitici dal Gruppo “Yoox Net- a-porter”».


Fianco a fianco con il principe Carlo, l’esperienza maturata da Alice rimarrà sempre impressa nella sua mente e nel suo cuore. «Circa un anno fa siamo stati accolti in Scozia dal Principe in persona per spiegare il nostro processo creativo, l’ideazione dietro ogni capo e i nostri obiettivi futuri – ha ricordato –. È stato molto suggestivo incontrare una persona che solitamente si vede solo in tv, ma al contempo si è trattato di una chiacchierata informale e ci ha fatto domande sulla nostra occupazione».

Dopo una breve docenza all’Isis Zanussi, Alice sta ora svolgendo uno stage in un maglificio veneto. «Una realtà piccola ma altamente competente – ha spiegato - che mi può permettere di imparare l’arte della maglieria in maniera artigianale e sofisticata».

La nuova collezione viene lanciata oggi ed è composta da 18 capi uomo e donna. La capsule è il risultato del progetto The Modern Artisan, una partnership che mira a rafforzare le competenze sartoriali e a formare professionalmente gli apprendisti artigiani nel Regno Unito e in Italia.

Il principe del Galles è attivo in prima persona nel seguire e incentivare l’artigianalità anche tra i più giovani. «Il progetto The Modern Artisan – ha detto Federico Marchetti, presidente e amministratore delegato del gruppo Yoox Net-a-porter - trasforma l’antico mestiere dell’artigiano in una professione contemporanea. Abbiamo dato alla nuova generazione di artigiani gli strumenti digitali necessari per muoversi in un’industria in continua evoluzione. Disegnata in Italia e realizzata nel Regno Unito, questa collezione dimostra l’enorme potenzialità della collaborazione tra Paesi nell’affrontare le sfide ecologiche e la formazione dei talenti creativi». —


 

Video del giorno

Foggia, la gioia di Francesca per i primi passi con l'esoscheletro bionico con cui può tornare a camminare

Burger di lenticchie rosse

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi