Addio alla nonnina di Dogna: era la più anziana del paese

È morta all’ospedale di San Daniele. Aveva 99 anni, è risultata positiva al coronavirus

DOGNA. All’ospedale di San Daniele giovedì 12 novembre è morta Elsa Pittino, la nonnina del comune di Dogna. Avrebbe raggiunto il secolo di vita nel mese di giugno del 2021, ma complicazioni legate al coronavirus non le hanno permesso di raggiungere tale traguardo. La notizia della scomparsa della donna, la più anziana del paese, benvoluta da tutti, ha colto di sorpresa i compaesani che conoscevano bene il suo carattere di donna decisa e forte.

L’anziana si è fratturata il femore come conseguenza di una caduta ed è stata costretta al ricovero all’ospedale di San Daniele, ma non sembrava ci fossero serie preoccupazioni. Invece è rimasta contagiata dal Covid-19 che ha minato la resistenza dell’anziana donna.



«Fino a due settimane fa, ossia fino a prima della caduta accidentale – afferma Simone Peruzzi, il sindaco di Dogna –, la nostra nonnina stava bene e la sua scomparsa ora rattrista tutti. Era una persona solare e tutti in paese la ricordano con piacere. Rimasta vedova, dopo la morte del marito Amato Pittino viveva da sola in un appartamento del Comune ed era orgogliosa della sua indipendenza. Voleva essere autonoma, ma era anche seguita assiduamente e amorevolmente dalla figlia Silea che abita nelle vicinanze. In paese – riferisce il primo cittadino – tutti erano comunque convinti di poterle organizzare una bella festa per il compimento dei 100 anni nel prossimo mese di giugno». Elsa Pittino aveva anche un figlio, Orlando, che è morto quattro anni fa. —


 

Vellutata di asparagi al latte di cocco

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi