"Spacciano droga sulla salita del Castello": arrivano gli agenti e denunciano un uomo

UDINE. La segnalazione dei cittadini era giusta. Sembrava proprio che in quel gruppetto che domenica mattina si faceva notare sulla salita del Castello ci fosse qualche spacciatore.

E infatti la polizia, piombata sul Colle in pochissimo tempo dopo aver ricevuto le chiamate della gente, ha sequestrato alcune dosi di hascisc, un bilancino precisione che era stato nascosto nella biancheria intima e somme di denaro.

Al termine di perquisizioni e accertamenti un uomo di origine pakistana di 31 anni, che da poco ha ottenuto dal nostro Paese la protezione internazionale (ed è dunque in regola con i documenti di soggiorno), è stato denunciato a piede libero per l’ipotesi di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Il controllo è stato effettuato dagli agenti della Squadra volante - coordinati dal dirigente Francesco Leo - domenica 22 novembre, verso le 10.30. Più pattuglie hanno raggiunto la Casa della Contadinanza salendo sia da piazza Libertà, sia da piazza Primo Maggio (su quest’ultimo lato si trovavano gli individui sospetti secondo quanto riferito dai passanti), in modo da chiudere le eventuali vie di fuga. I poliziotti hanno individuato un gruppetto di cinque persone. Di queste due sono state perquisite.

Dopo poco, sono spuntati alcuni grammi di hascisc divisi in due frammenti (per un peso complessivo di 6,9 grammi), novanta euro in contanti, in banconote di piccolo taglio, e, in un secondo momento, in Questura, è stato trovato anche il bilancino che lo straniero aveva cercato di nascondere negli slip.

Le verifiche sono state ultimate negli uffici di viale Venezia per motivi di decoro. L’intervento in Castello effettuato dagli agenti ha ottenuto il plauso dei presenti.

Minestra di cavolo nero, fagioli all’occhio e zucca con maltagliati di farro

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi