Con il “casa per casa” in coda alle ecopiazzole nei fine settimana

La Net registra un aumento di accessi tra 7 e 10 per cento Nei Centri di via Rizzolo e Stiria soprattutto rifiuti ingombranti



Da quando il nuovo sistema di raccolta rifiuti “casa per casa” è entrato nel vivo, sono aumentati gli accessi ai centri di raccolta di via Stiria e di via Rizzolo. A tal punto che nei fine settimana, e in particolar modo il sabato e la domenica mattina, non è difficile incontrare la fila di auto in attesa di entrare. Con l’eliminazione dei cassonetti stradali dalla città, i residenti sono costretti a utilizzare le piazzole ecologiche per smaltire i rifiuti più ingombranti o per non essere costretti ad attendere la giornata di raccolta prevista dal “casa per casa”.


La conferma arriva anche dalla Net, che ha registrato un incremento di utenti del 7-10% dopo l’introduzione del “porta a porta” (quindi nei mesi successivi al dicembre 2019), con gli ingressi giornalieri che di media oscillano tra i 200 e i 300, con i picchi che vengono ottenuti nei fine settimana. «Penso che sia un trend non solo normale ma anche positivo – afferma l’assessore comunale all’Ambiente, Silvana Olivotto – perché significa che le persone non conferiscono più i rifiuti in maniera irregolare come avveniva quando c’era il sistema misto, abituandosi ad abbandonare l’immondizia accanto ai cassonetti stradali. Oggi il cittadini, ligi alle regole e corretti, hanno compreso che tutto questo non poteva continuare e che vanno utilizzate le ecopiazzole. Lo ripeto, si tratta di un dato molto positivo che fa onore alla nostra città».

È ancora la Net a spiegare quali sono i materiali che vanno per la maggiore nelle due ecopiazzole: gli ingombranti-durevoli, i materiali metallici ferrosi, gli inerti e i rifiuti da demolizione, gli elettrodomestici e i rifiuti elettrici, i materiali in legno, il verde da sfalci e le piccole potature, gli imballaggi in cartone. Le persone possono accedere alle strutture di via Rizzolo e di via Stiria dal lunedì al sabato dalle 7 alle 17, la domenica dalle 8 alle 12 (solo quella di via Stiria). Il conferimento non costa nulla. L’unico disagio per l’utenza, in queste ultime settimane, è quello di dover attendere il proprio turno in fila prima di poter scaricare auto o furgoni. Restando in tema di piazzole ecologiche, l’assessore Olivotto aggiunge: «In accordo con la Net, stiamo cercando di andare incontro alle richieste di diversi condomini di dar vita e piccole isole negli spazi comuni, in modo da semplificare il conferimento da parte dei residenti. Come già avvenuto altre volte, la Net è sempre pronta ad assecondare quelle proposte in grado di risolvere eventuali criticità», chiude l’assessore. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Carciofi crudi, pere e gorgonzola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi