Assembramenti e clienti all'interno, scatta la sanzione: bar chiuso per cinque giorni

LATISANA. Sono da poco passate le 17 e un locale situato nel pieno centro di Latisana si presenta così, a totale spregio delle norme sul contenimento della pandemia: aperto, con clienti all’interno, televisore acceso, come se alcuna norma fosse stata scritta, ma soprattutto non osservata.

E così a seguito di continue segnalazioni ed esposti, gli agenti del Corpo intercomunale della Polizia locale di Latisana sono intervenuti per contestare al titolare del pubblico esercizio di via Vittorio Veneto la sanzione che ha  portato all’immediata chiusura del bar.

Ma non è tutto: nel mentre una delle possibili avventrici, C.T. 26 enne ucraina residente a Udine, è caduta a terra per una presunta esotossicosi alcolica, per la quale si è reso necessario l’intervento dell’ambulanza ed il successivo trasporto presso il locale nosocomio.

Visti l’assembramento che si è creato e gli animi accesi, in supporto sono anche intervenuti i carabinieri di Latisana. Per le forze dell'ordine non vi è stata altra soluzione che ricorrere all’apposizione dei sigilli e la contestuale chiusura almeno per cinque giorni: sarà il prefetto di Udine a doversi pronunciare sulla eventuale inasprimento della misura amministrativa applicata dalla Polizia locale una volta ricevuto il rapporto.

 

Video del giorno

A Trieste i funerali di Liliana Resinovich: le parole del marito Sebastiano

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi