Contenuto riservato agli abbonati

Stesso giorno e stessa età: muore quattro anni dopo il fratello

CORDENONS. Ha trascorso la vita al fianco del fratello maggiore Massimo, lavorando nella pizzeria di famiglia, sempre con la barzelletta pronta per intrattenere i clienti. È morto quattro dopo di lui, alla medesima età e per lo stesso male.

Nevio Cattaruzza, 74 anni, storico esercente di Cordenons, è deceduto ieri, 27 novembre, un’ora dopo la mezzanotte all’Hospice Via di Natale di Aviano, dov’era ricoverato da una ventina di giorni. Il fratello Massimo è morto nel 2016, il 26 novembre, sempre a 74 anni. Nevio aveva scoperto la sua malattia il giorno del funerale del fratello.


Coincidenze, che per la famiglia raccontano del rapporto stretto tra i due fratelli, molto conosciuti a Cordenons per avere costruito la “storia” della pizza in città: Massimo era pizzaiolo, Nevio lavorava dietro al bancone.

Originari di Sedrano di San Quirino, i Cattaruzza avevano iniziato giovanissimi a lavorare come camerieri stagionali in giro per l’Italia, finché Massimo nel 1967 decise di aprire la prima osteria-pizzeria di Cordenons, “All’Ancona”, in via Martiri della libertà. Oggi il locale è chiuso, ma all’epoca rappresentava l’unica pizzeria in zona assieme alla “Al Gambrinus” di Pordenone.

Nevio seguì il fratello, una squadra che non era cambiata nemmeno quando, nel 1989, Massimo aprì in piazza della Vittoria il ristorante pizzeria “Al Parco”, che divenne un punto di riferimento nel territorio. Massimo Cattaruzza lo gestì fino al 2004, anno in cui andò in pensione. Nevio lo seguì anche in quel caso.

«Mio zio era una persona semplice a cui non interessava stare in primo piano – racconta il nipote Mirko Cattaruzza –. Non si è mai sposato e quando hanno aperto la prima pizzeria, si è trasferito a Cordenons con i miei genitori. Ha vissuto con noi in famiglia e in questi ultimi anni di malattia è stato accudito da mia madre Delfina».

Della sua famiglia gli erano rimasti i nipoti: Monia figlia della sorella Olimpia e i figli di Massimo, Mirko, che fino a un anno fa ha gestito una pizzeria da asporto a Tiezzo di Azzano Decimo, Michele che gestisce la pizzeria da asporto “Tuttopizza” di Cordenons e Manuele, che è cuoco e vive a Capri.

I funerali martedì alle 14.30 nella chiesa di Sedrano, dove lunedì alle 19.30 sarà recitato il rosario. –


 

Carciofi crudi, pere e gorgonzola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi