Il volontariato piange Alfonso Renzo Degano

FIUME VENETO. Era positivo al Covid, Alfonso Renzo Degano, scomparso l’altra notte all’ospedale di Pordenone a 89 anni: lascia la moglie Norma, la figlia Rossana e il genero Paolo.

Consigliere e capogruppo di Uniti per Fiume Veneto, dal 1999 al 2004, con l’allora sindaco Lorenzo Cella, era attivo nell’associazionismo con Gruppo Montagna di cui era stato socio fondatore e Ambiente amico, di cui era stato anche presidente, al pari dell’Utle.

«Renzo era una persona eccezionale, di grande intelligenza e con una cultura immensa» lo ricorda l’ex sindaco Christian Vaccher. «Lascerà un vuoto nella comunità – afferma l’assessore alla cultura Donatella Azzaretti – . Volevamo organizzare una mostra di maschere tribali e costumi etnici, di cui era collezionista: il progetto andrà avanti come omaggio a Renzo». Martedì, alle 15.30, i funerali, nella chiesa di Fiume Veneto.

 

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi